Surroga al Consiglio Comunale di Marsala

55

Ad inizio di seduta – presenti 17 consiglieri – il presidente Enzo Sturiano ha ricordato la figura del consigliere Andrea Marino, deceduto lo scorso 6 Agosto (da allora il Consiglio non si era più riunito). Parole condivise anche da Antonio Vinci, al cui intervento ha fatto seguito un minuto di raccoglimento dell’Aula.

Subito dopo si è proceduto alla “Surroga del consigliere Andrea Marino con il primo dei non eletti della lista “Marsala Città Punica – PSI”, ossia Giuseppe Carnese. Lo stesso ha quindi pronunciato la formula del giuramento di fronte al Consiglio che ne ha, successivamente, convalidato la nomina. Poi l’intervento di insediamento del consigliere Carnese, nel corso del quale – dichiarando l’appartenenza al “Movimento Via per Marsala” e riconoscendo quale capogruppo il collega Antonio Vinci – ha anche ricordato il defunto Marino ed ha ringraziato il Consiglio per l’accoglienza. Nel prendere la parola, il vice sindaco Paolo Ruggieri ha augurato buon lavoro al neoconsigliere Carnese.

Poi le comunicazioni. Flavio Coppola ha auspicato il sollecito avvio, da parte dell’Istituzione Marsala Schola, del servizio assistenti igienico-personale per disabili, così come deliberato dalla Giunta e condiviso dal Consiglio. Sul Convitto audiofonolesi, ha lamentato la situazione di stallo a fronte del recente incontro sul tema convocato dal Prefetto, ribadendo la richiesta di un Consiglio comunale aperto sulla questione. Rosanna Genna ha richiamato l’attenzione dell’Aula sull’Ospedale “Paolo Borsellino”, ancora struttura covid e con carenza di personale. Ha raccontato la sua esperienza vissuta con il padre anziano (poi deceduto) ricoverato in reparto covid, con “scarsa assistenza e umanità da parte del personale sanitario”. Mario Rodriquez ha chiesto chiarimenti sulla situazione delle fognature di via Vecchia Mazara, ai fini di allacciamento dei residenti. Ha lamentato le troppe strade al buio, a fronte di un progetto di efficientamento energetico di 5 milioni di euro operativo da tempo. Giuseppe Carnese, sulla questione sanità a Marsala, ha ripercorso le ultime vicissitudini sul fronte dell’Ospedale Covid, ancora carante in tanti reparti, proponendo un Consiglio comunale aperto alla presenza dei Rappresentanti istituzionali di riferimento.

Concluse le comunicazioni, il Consiglio ha avviato la discussione sugli atti propedeutici al Bilancio, cominciando dal “Programma incarichi di studio, ricerca e di consulenza a soggetti estranei all’Amministrazione”, la cui delibera – dopo l’intervento illustrativo del vice sindaco Ruggieri – è stata approfondita da Piergiorgio Giacalone, presidente della competente Commissione consiliare. Sul punto è intervenuto anche Gabriele Di Pietra (ha chiesto i criteri di nomina) cui ha risposto il dirigente Pier Benedetto Mezzapelle (procedure di legge, dopo avere verificato che non ci sono figure professionali interne). All’atto della votazione, il Consiglio ha approvato.

Si è quindi passati alla discussione sul “Programma Triennale OO.PP. per il periodo 2022/2024”, la cui illustrazione è stata curata dall’assessore Arturo Galfano. Lo stesso ha precisato che le risorse indicate nel triennio di riferimento ammontano a 289 milioni e 450 mila euro: nella prima annualità, sono 57 gli interventi da realizzare per un totale di poco superiore a 34 milioni. Subito dopo l’assessore Galfano – che ha pure ripercorso quanto finora realizzato con i fondi 2021 – ha preso la parola il presidente della Commissione Lavori Pubblici, Gabriele Di Pietra, riferendo all’Aula il lavoro svolto nell’esame della delibera. Sono quindi seguiti gli interventi di Rosanna Genna, Nicola Fici, Mario Rodriquez alle cui richieste di chiarimenti hanno risposto i dirigenti Giuseppe Frangiamore e Pier Benedetto Mezzapelle.

Nel chiudere la seduta, il consigliere Vito Milazzo (che aveva assunto la presidenza) ha fissato per Venerdì prossimo il termine per la presentazione degli emendamenti al Programma Triennale delle Opere Pubbliche.