Il Trapani passa di mano, ma non va a Brescia

Niente trasferta per la formazione granata, che questa sera perderà a tavolino l’incontro. Il comitato “C’è chi il Trapani lo ama” trova l’accordo con Pellino e organizza la società in vista della gara di Catanzaro.

1885

di Federico Tarantino

Niente trasferta questa sera per il Trapani che non scenderà in campo a Brescia. Forfait dei granata, nonostante l’imminente passaggio di proprietà in corso tra Alba Minerali ed il comitato dei tifosi “C’è chi il Trapani lo ama”. Si prospetta quindi il secondo 0-3 consecutivo per il club trapanese, che ha perso a tavolino la gara contro la Casertana. Una mancata partecipazione alla gara di Coppa Italia che comporterà una perdita di centomila euro nelle casse del Trapani Calcio: non presentandosi alla coppa nazionale, infatti, la formazione granata non riceverà alcun premio economico. Ieri, nonostante ciò, è stata una giornata importante per il futuro del Trapani Calcio. Si è tenuto, infatti, negli studi del notaio Saverio Camilleri un incontro tra Gianluca Pellino ed il comitato “C’è chi il Trapani lo ama”. Il comitato dei tifosi ha firmato l’accordo che porterebbe l’acquisto della totalità delle quote del Trapani entro domani alle 13 alla cifra simbolica di un euro. Un passaggio di proprietà, che necessita, però, di dettagli tecnici-giuridici per completare l’operazione che vede il coinvolgimento anche di Alivision, in quanto creditrice di 650.000 euro per il passaggio avvenuto venerdì con Alba Minerali.

Il comitato, in attesa del completamento delle operazioni, dovrà correre adesso verso il prossimo obiettivo: scendere in campo domenica a Catanzaro. Sandro Porchia e Daniele Di Donato dovrebbero ritornare a Trapani per ricoprire gli incarichi di direttore sportivo e allenatore. I due erano stati allontanati da Gianluca Pellino, che però non avrebbe tesserato Oberdan Biagioni e Gianluca Torma. Altra problematica verso la risoluzione è quella della figura del medico: Ettore Tocco, già medico sociale del club dovrebbe sostituire Giuseppe Mazzarella, in malattia da alcuni giorni. Tocco, però, dovrà effettuare il test sierologico e i due tamponi. Dopo tale atto, il Trapani dovrebbe iniziare con gli allenamenti.