Marsala. Una stanza trasformata in serra per la coltivazione della marijuana

451

Individuato dai Carabinieri e arrestato. Il GIP ha disposto l’obbligo di firma

Una stanza della sua abitazione era stata trasformata in una piccola serra per la coltivazione di marijuana. Lo hanno scoperto i Carabinieri della Compagnia di Marsala che con l’accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di marijuana, hanno arrestato il ventisettenne marsalese Michele Cirobisi. L’operazione è scattata nelle prime ore del mattino di sabato 28 marzo. I carabinieri da tempo osservavano i movimenti di Cirobisi e attorno alla sua abitazione. Quando hanno fatto irruzione all’interno della stanza dedicata alla coltivazione della marijuana hanno trovato 80 piante di marijuana, già recise e in fase di essiccazione. Nell’abitazione Cirobisi aveva allestito un vero e proprio impianto da serricoltore con lampade di varia potenza, per simulare il ciclo solare, tubi per l’areazione, sacchi di terriccio e fertilizzanti. In cucina i Carabinieri hanno trovato, nascosti 12 grammi di marijuana già essiccata. Il Gip del tribunale di Marsala ha convalidato l’arresto ed ha poi disposto per il giovane l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria per tre giorni a settimana.