“Ddl isole in Costituzione riforma di equità territoriale”

Approvato dalla Camera dei Deputati al disegno costituzionale. La dichiarazione del senatore Santangelo.

96

È arrivato il via libera definitivo della Camera dei Deputati al disegno costituzionale che introduce in Costituzione il tema dello svantaggio derivante dalla condizione di insularità.”L’insularità rappresenta una condizione di svantaggio. Finalmente questo principio viene introdotto e previsto dalla nostra Costituzione”. Ad affermarlo il senatore del MoVimento 5 Stelle, Vincenzo Maurizio Santangelo. “Non si tratta di una novità. I nostri Padri Costituenti si erano resi conto della necessità di imporre allo Stato la valorizzazione del Mezzogiorno e delle Isole per mezzo dell’assegnazione di contributi speciali. Un principio che poi è stato eliminato dalla fallimentare riforma del Titolo Quinto della Costituzione del 2001.Una legge che non riguarda soltanto Sicilia e Sardegna, che scontano un gap enorme con il resto del Paese su terraferma, ma in generale tutte le isole minori: in Italia sono più di 800, di cui circa 80 abitate. È lo Stato che deve farsi carico di tutelarne le peculiarità e le loro caratteristiche uniche e di sostenere le comunità che le popolano, prima che sia troppo tardi. L’approvazione di questa riforma costituzionale non deve essere soltanto l’affermazione di un principio fondamentale di equità territoriale, ma anche l’inizio di un percorso di inclusione volto a valorizzare e sostenere tutte le Isole nella loro unicità” ha concluso Santangelo