Le Tre domande della domenica al sindaco Roberto Maiorana

144

Per la rubrica “Le Tre domande della domenica”, l’intervista al sindaco di Buseto Palizzolo Roberto Maiorana.

Sindaco Maiorana, facciamo un po’ il punto sul Comune di Buseto Palizzolo. Come procede l’attività amministrativa del suo esecutivo?

Ciascun componente della giunta, per quanto di propria competenza, sta svolgendo egregiamente il proprio lavoro, non ho nulla da rimproverare, anzi posso solo elogiare l’impegno e lo spirito di abnegazione di ciascuno degli assessori. Abbiamo cominciato a raccogliere i frutti del lavoro fatto, molti progetti attuati, altri presentati, e tutto sempre condiviso e concordato. Nelle piccole realtà come il mio comune fare politica è praticamente opera di volontariato, ma da qui emerge veramente l’amore che ciascuno ha per il proprio territorio.

Buseto Palizzolo è un territorio dal grande potenziale. Oltre a Bosco Scorace avete un paesaggio che si presta molto alle attività out-door, come il trekking e la mountain bike…

Sicuramente Buseto Palizzolo offre un paesaggio variegato, il Bosco di Scorace non può essere ovviamente scisso da ciò che rappresenta la potenzialità del territorio, e proprio su questo bosco stiamo investendo molto in progettualità, ottenendo per altro finanziamenti importanti. In prossimità del bosco abbiamo anche una zona che viene da alcuni anni utilizzata per l’attività di arrampicata su roccia detto “bouldering” che sta portando a visitare le nostre zone appassionati provenienti da tutta Europa.
Altre zone sono interessanti per escursioni, talvolta non solo naturalistiche ma con un occhio a siti di interesse preistorico – archeologico, come “Pietra Colli”, dove in passato sono stati rinvenuti reperti adesso custoditi presso la Torre di Ligny (scavi effettuati negli anni ’80 dal prof. Francesco Torre e dal prof. Sebastiano Tusa). Da evidenziare inoltre la possibilità di poter godere della vista panoramica sulle isole Egadi, Trapani e Erice a partire dalle alture di Monte Luziano, passando per Bombolone e spingendosi fino alla frazione di Tangi.

E per restare in tema turismo, è di qualche giorno fa la notizia dell’ingresso del Comune di Buseto Palizzolo nel villaggiosicilia.eu. In una promozione turistica che parla sempre più il linguaggio digitale, quali possono essere i punti di forza del suo territorio?

Oltre agli aspetti paesaggistici che caratterizzano il territorio, dobbiamo ricordare che ci troviamo in un’area a vocazione agricola, dove le produzioni cerealicole, vitivinicole e olearie la fanno da padrone. Questo non può che ripercuotersi positivamente sull’enogastronomia locale. Inoltre va evidenziato il valore della baricentricità di Buseto Palizzolo rispetto a una vasta area geografica che comprende siti di interesse artistico, architettonico, storico, culturale, naturalistico…ecc…
Nel breve lasso di mezz’ora da Buseto Palizzolo è possibile raggiungere in auto molte località che costituiscono importanti punti di interesse per i turisti che visitano la Sicilia occidentale. Offrire al turista un punto di partenza, di riposo e di ristoro nella tranquillità delle colline busetane può senz’altro rappresentare un grosso punto di forza.
La promozione di un territorio deve per forza adeguarsi alle innovazioni, utilizzando i canali che vengono seguiti dai turisti, non si può prescindere dalla presenza sulle maggiori piattaforme digitali, offrendo per altro la possibilità alle strutture ricettive locali di farsi conoscere gratuitamente, senza alcun onere né a priori né a posteriori.

Ma. To.