10.7 C
Trapani
mercoledì, Aprile 24, 2024
HomeCronacaTrapani saluta il suo Don, chiesa gremita per Padre Adragna

Trapani saluta il suo Don, chiesa gremita per Padre Adragna

di Luigi Todaro

Non è riuscito a trattenere la commozione Antonino Raspanti, vescovo di Acireale, nel ringraziare monsignor Antonino Adragna per tutto quello che ha fatto durante il suo sacerdozio. “Il dono che lui ha ricevuto – ha detto – lo ha interpretato magistralmente. Era inarrestabile. Un vita, la sua, spesa per la chiesa e la religione. Lo ringrazio anche personalmente”. Le parole del vescovo hanno commosso anche i fedeli che gremivano la Cattedrale San Lorenzo dove, questa mattina, si sono svolti i funerali di don Antonino Adragna. Per tutti u Parrinu.

Sempre vicino agli ultimi, amico dei giovani che amava e consigliava. Sacerdote antimafia. Il Don che aprì la Cattedrale, di cui è stato parroco per oltre 40 anni, ai senza tetto. Punto di riferimento, pastore e padre spirituale della comunità del centro storico. E mentre il vescovo di Acireale si asciugava le lacrime, dal fondo della chiesa è partito il grido “Viva padre Adragna” a testimonianza dell’affetto dei suoi parrocchiani.

A concelebrare la funzione religiosa, Alessandro Damiano arcivescovo di Agrigento. Anche lui, come Antonino Ruspanti, era stato vice parroco di don Antonino. Presenti vescovi, presbiteri e diaconi. Ma soprattutto c’era la gente comune. Nemmeno la morte, infatti, potrà scalfire il forte e profondo legame tra Antonino Adragna e i suoi “figli”. Il feretro ha raggiunto la Cattedrale portato in spalla dai fedeli. Ad aprire il corteo i giovani con la divisa della Juvenilia di cui il parroco è stato dirigente. All’uscita dalla chiesa, un lungo e caloroso applauso ha accolto la salma.

- Advertisment -

Altre notizie