In ricordo di Sebastiano Bonfiglio

620

Questa mattina, in occasione del primo maggio, a Valderice, è stato ricordato Sebastiano Bonfiglio, il sindacalista che fu sindaco di Erice, allora Monte San Giuliano, ucciso il 10 giungo del 1922. Presente alla commemorazione, tenuta nella piazzetta di San Marco davanti il mezzobusto di Bonfiglio, il sindaco Francesco Stabile assieme agli assessori della sua giunta ed al presidente del Consiglio comunale Alessandro Pagoto, invitato dal primo cittadino in rappresentanza dell’intero consesso visto che, a causa dei divieti per l’epidemia da coronavirus, non si è potuta tenere nessuna manifestazione pubblica come fatto gli altri anni.

“Mai come oggi nel Paese Italia – ha scritto Stabile nella sua pagina facebook in occasione della Festa del lavoro – si era vissuto un periodo di difficoltà e di incertezza come quello che stiamo attraversando. Il lavoro, quale diritto indiscusso e indissolubile è oggi più che mai, al centro di ogni attenzione. Da Sindaco non posso non sentirmi al fianco di coloro che stanno lottando per ripartire e per ricostruire il futuro delle loro aziende, delle loro imprese e delle loro attività commerciali. Di tutti coloro che nel periodo di “lavoro sospeso” chiedono, con determinazione e volontà, aiuto al mondo delle Istituzioni per ritornare ad accendere le luci! Dare risposte concrete ed immediate non è cosa semplice, ma di sicuro, non mi sottraggo al mio ruolo di rappresentante dell’Istituzione più vicina al cittadino, rilanciando le istanze e sollecitando gli Enti sovraordinati, senza rassegnarmi alla negazione di un diritto di cittadinanza. Oggi infatti, insieme alla mia Giunta e al Presidente del Consiglio comunale, ho sentito il dovere di rendere omaggio a Sebastiano Bonfiglio; un Sindaco che ha indossato la fascia tricolore con grande responsabilità e senso del dovere per la propria comunità, fino a perdere la sua stessa vita per infondere i propri valori e i propri ideali. Sono certo che il ricordo del Suo sacrificio possa segnare una traccia importante verso cui tutti gli amministratori devono tendere. Ad ognuno di noi un pezzo di responsabilità”.

ASCOLTA L’INTERVISTA AL SINDACO STABILE