Mafia ed Expo, un arresto a Partanna

292

In carcere è finito Calogero Nastasi di 72 anni, deve scontare una pena residua

In esecuzione di un ordine di carcerazione, emesso dalla Corte d’Appello di Milano, i carabinieri hanno arrestato Calogero Nastasi, 72 anni, di Partanna.Deve scontare la pena residua di 2 anni, 11 mesi e 29 giorni per i reati, commessi a Milano nel 2017, di associazione a delinquere e dichiarazione fraudolenta. L’indagine, che ha coinvolto l’anziano, diretta dalla Dda del capoluogo lombardo,  aveva riscontrato  infiltrazioni mafiose nella società “Fiera Milano s.p.a.”, il consorzio Dominus e l’organizzazione dell’Expo di Milano 2015; le accuse, a vario titolo, nel procedimento sono associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati tributari, appropriazione indebita, riciclaggio, anche con l’aggravante di aver agevolato la mafia. Già nell’ordinanza d’arresto era emerso che la “famiglia mafiosa degli Accardo di Partanna”, a cui sarebbe legata la famiglia Nastasi, ha notevole “importanza” nel panorama dei clan anche per “la forte vicinanza con la famiglia di Castelvetrano Messina Denaro”.L’arrestato, dopo le formalità di rito è stato associato  presso la casa circondariale di Sciacca.Frattanto, sempre a Partanna, i militari dell’Arma hanno arrestato Mircea Avasilcai, 40 anni, di origini rumene, bracciante agricolo. Deve scontare 2 anni e 4 mesi di reclusione per furto e ricettazione.