Home Attualità Eccezionale scoperta: l'isola di Mozia già popolata nell'era del bronzo

Eccezionale scoperta: l’isola di Mozia già popolata nell’era del bronzo

Il ritrovamento di eccezionali reperti rinvenuti nell’Isola di Mozia durante la campagna di scavi condotta dall’Università di Palermo che si è appena conclusa, apre scenari nuovi sulla datazione della presenza di forme di civiltà precedentemente all’insediamento fenicio.

Durante uno dei sondaggi praticati dall’equipe guidata dal professore Aurelio Burgio dell’Università di Palermo in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Trapani e con l’ospitalità della Fondazione Whitaker, è stato scoperto, infatti, un contesto archeologico che risalirebbe all’Antica Età del Bronzo, ovvero al 1600 a.C. circa.

Le ricerche sull’Isola dello Stagnone, riprese quest’anno dopo una lunga pausa durata quattro anni, hanno coinvolto un team internazionale di studiosi e archeologi sotto la direzione, sul campo, di Paola Sconzo che ha proseguito le tradizionali indagini nella necropoli arcaica, un ampio cimitero a cremazione utilizzato dai primi coloni fenici sull’isola di Mozia.

Gli scavi sono stati affiancati da un intenso lavoro non invasivo di prospezione geofisica, condotto da Jason Herrmann del Penn Museum di Philadelphia, che ha interessato la parte orientale dell’isola rivelando le tracce del complesso impianto urbano della città punica di Mozia nel momento di suo massimo splendore, di cui finora si poteva solo intuire l’esistenza.

La scoperta – afferma il professore Aurelio Burgio – assume particolare valore perché testimonia la vitalità e il ruolo di Mozia lungo le rotte mediterranee in un’epoca di molti secoli antecedente alla fondazione della colonia fenicia, gettando nuova luce sulla diffusione degli orizzonti culturali preistorici siciliani anche in questo estremo lembo occidentale dell’isola, al crocevia dei traffici tra il Tirreno e il Canale di Sicilia”.

La ripresa degli scavi a Mozia e gli eccezionali ritrovamenti effettuati – sottolinea l’Assessore dei Beni culturali e dell’Identità siciliana,Alberto Samonà – ci rafforzano nella consapevolezza di aver fatto una scelta giusta, promuovendo il rilancio in grande dell’archeologia in Sicilia. Il nostro passato è un libro ancora straordinariamente pieno di pagine da scrivere, che rappresentano il più bel biglietto da visita per chi vuole scoprire l’essenza della nostra Terra. La grande sfida che abbiamo intrapreso è di mettere la cultura e l’identità al centro di una visione di futuro per la Sicilia”

L’interesse verso Mozia è massimo – dice la Soprintendente dei beni culturali di Trapani, Mimma Fontana– ed è testimoniato oltre che dalla cooperazione con l’Università di Palermo nella ripresa degli scavi anche dai tanti progetti di miglioramento e mantenimento degli scavi, di riqualificazione del museo, di creazione dei camminamenti”.

Ultime notizie in diretta

Lavori in corso alla Torre di Nubia

di Mario Torrente Sono entrati nel...

Nasce “Trapani Classica”

È stata costituita l'Associazione Musicale e Culturale "Trapani Classica"...

La Pallacanestro Trapani ritrova il successo

2B Control Trapani vs Urania Milano 90-81 Parziali: (24-16; 50-38; 67-61;...

Concluse le esercitazioni dei Vigili del Fuoco in Sicilia.

Ad iniziare da martedì scorso, sono stati 4 giorni intensi nei quali ogni...

Trapani-San Luca 2-0: i granata ritrovano la vittoria

Trapani (4-3-3): Recchia; Buffa, Maltese, Pagliarulo, Galfano; Lupo (89' Munoz), Olivera, Santarpia (68'...

Università. I sindaci di Trapani ed Erice incontrano il presidente del Polo Universitario

I sindaci di Trapani e di Erice, Giacomo Tranchida e Daniela Toscano, hanno...

Trapani. Domani l’inaugurazione del rinnovato mercato del pesce

Domani mattina, con inizio alle ore 10, il sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida,...

Immigrazione clandestina: tre cittadini tunisini arrestati dalla Polizia

Tre gli arresti eseguiti negli ultimi giorni dalla Polizia di Stato di Trapani,...

Le tre domande della domenica a: Dottor Massimo Antonio Di Martino

Risponde l'ex capo Dipartimento Emergenza-Urgenza ASP Trapani ed ex direttore del Pronto soccorso...

Altre Notizie di Oggi

Immigrazione clandestina: tre cittadini tunisini arrestati dalla Polizia

Tre gli arresti eseguiti negli ultimi giorni dalla Polizia di Stato di Trapani, nell’ambito della lotta all’immigrazione clandestina. I...

Maltrattamenti ai genitori. Un arresto a Paceco e un allontanamento a Valderice

Un giovane di ventiquattro anni è stato arrestato a Valderice con l'accusa di maltrattamenti in famiglia. I Carabinieri sono intervenuti in seguito...

Gibellina. Arrestato dai carabinieri un 34enne che deve scontare la condanna per mafia

Dopo il 79enne Ugo Di Leonardo arrestato ieri dai carabinieri, un altro pregiudicato coinvolto nella operazione Ermes della Polizia, che portò in...

Falsi green pass. Truffa sventata dalla GdF, perquisizioni in Sicilia

Perquisizioni e accertamenti anche in Sicilia nell’ambito della innovativa indagine dei Finanzieri del Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche per contrastare...

Mazara del Vallo. Operazione antidroga della Polizia. Sequestrati 55 chili di hashish

Ieri la Polizia ha concluso una complessa attività investigativa che ha portato all’arresto per reati legati alla droga, in flagranza e su...

Santa Ninfa. Torna in carcere fiancheggiatore di Messina Denaro

Il provvedimento di custodia è stato eseguito dai Carabinieri della Stazione di Santa Ninfa. In manette è finito Ugo Di Leonardo, 79...
Trapani
cielo coperto
9.1 ° C
9.1 °
9.1 °
77 %
10.9kmh
95 %
Lun
10 °
Mar
13 °
Mer
14 °
Gio
16 °
Ven
12 °