Discariche sature a Campobello di Mazara

25

«Una nuova emergenza igienico – sanitaria sta investendo la nostra provincia a causa della grave situazione venutasi a creare per l’impossibilità di conferire gli RSU presso la discarica Borranea di Trapani, che sta provocando allarme e un enorme danno economico e di immagine per l’intero territorio.

La chiusura della discarica di Motta Sant’Anastasia ha, infatti, innescato una reazione a catena che, di fatto, ha messo in crisi il conferimento degli RSU presso l’impianto di Trapani. Vista la drammaticità della situazione regionale e provinciale, unitamente a tutti gli altri sindaci della provincia di Trapani, ho richiesto un incontro urgente al presidente della Regione Nello Musumeci per prospettare e adottare tutti i provvedimenti necessari finalizzati a superare una ormai prossima ed ennesima emergenza sanitaria.

Pertanto, esorto ancora una volta cittadini e villeggianti a differenziare bene e con più scrupolo, riducendo al minimo la quantità di RSU prodotta.

Infatti, nonostante le iniziative e i continui e ripetuti appelli che ho lanciato, siamo ancora costretti a subire divieti da parte dei responsabili della discarica a causa della grande quantità di rifiuti non correttamente differenziati provenienti dal nostro Comune.

A seguito di diverse ispezioni effettuate sui RSU provenienti da Campobello e dalle frazioni balneari, è emerso che, purtroppo, all’interno di gran parte dei sacchetti di “Indifferenziati” vengono conferiti, indiscriminatamente, anche rifiuti riciclabili, che non possono essere depositati in discarica (plastica, carta, cartone, vetro, alluminio e organico).

Oltre a dover gestire la grave problematica dello smaltimento di una grande quantità di rifiuti non accettati in discarica, purtroppo siamo costantemente alle prese anche con una enorme quantità di rifiuti incivilmente abbandonati sull’arenile e nelle zone periferiche del paese, che, puntualmente, diventano ricettacolo di spazzatura “non differenziata” proveniente anche da utenze domestiche.

Il servizio “porta a porta” funziona, ma funzionerebbe sicuramente meglio se ognuno facesse il proprio dovere, rispettando le regole e non abbandonando rifiuti per strada.

Differenziare con scrupolo è l’unico modo per non vedere le strade sommerse dai rifiuti!».

È quanto dichiara il sindaco Giuseppe Castiglione nell’esprimere preoccupazione per la grave problematica ambientale venutasi a creare a causa dell’impossibilità di conferire i rifiuti indifferenziati all’interno della discarica di Trapani.