Home L'ospite Lettera di una studentessa fuori sede al presidente Musumeci

Lettera di una studentessa fuori sede al presidente Musumeci

Pubblichiamo di seguito la lettera che Simona Spada, studentessa trapanese fuori sede, ha inviato al presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci sulla situazione che sta vivendo in questi giorni di emergenza coronavirus e delle difficoltà per rientrare in Sicilia.

Egregio Sig. Nello Musumeci,

chi le scrive è una povera studentessa siciliana, per l’esattezza trapanese, che è rimasta bloccata a Siena per rispettare le regole. Sono risalita in Toscana il 3 Marzo 2020 ed appena il giorno seguente il Governo ha decretato la chiusura delle università. In quell’occasione non sono stata una persona vigliacca anzi, al contrario, piena di senso civico e così ho deciso di rimanere qui, senza fiatare e senza esitare, stando alle direttive nazionali. Ma ora sono stanca! Sono stanca di essere una delle poche che rispetta la legge. Non posso più stare zitta, sono troppo arrabbiata per farlo. Mi sento sfiduciata e presa in giro. Il nuovo decreto prevede la possibilità di poter tornare nella propria residenza, ma esattamente può spiegarmi come potrei raggiungerla? Forse potrei mettermi a rotolare oppure volare con una mongolfiera… con scarsi risultati. Da giorni sto cercando aerei, navi, treni, autobus, noleggi con conducente per scendere e sinceramente non trovo soluzioni concretamente attuabili. Conosco a memoria le voci degli operatori di FlixBus, Alitalia, Ryanair, Ferrovie dello Stato e noleggi vari e le uniche risposte che ricevo sono: “Nei prossimi giorni sapremo dirle di più”. Dopo le numerose cancellazioni di voli e autobus, ho addirittura considerato la possibilità di affittare un minivan con conducente per raggiungere Villa San Giovanni e da lì imbarcarmi per la agognata Messina, che purtroppo dista solamente 330 km da casa mia. Anche in questo caso il giro di telefonate è stato d’obbligo: Protezione Civile di Messina e Caronte & Tourist i quali, gentilmente, mi hanno indicato il protocollo da seguire, ricordato che il decreto riconosce il mio diritto a ritornare a casa, ma sempre con quell’alea di incertezza che ormai è il minimo comune denominatore di tutte le mie giornate. Quindi la domanda che mi sorge spontanea è la seguente: “Affrontare questo viaggio oneroso per poi farmi ospitare dai concittadini calabresi?”. Grazie ai miei genitori avrei anche la possibilità economia per farlo, nonostante le situazioni lavorative drastiche di quest’ultimi, ma le certezze che continuo a chiedere da chi potrei riceverle? Ho la fortuna di poter, ANCORA, essere mantenuta da loro, ma sa cosa sta provocando in noi? Sa cosa sta provocando alle nostre famiglie? Io credo di no. La situazione è tragica per tutti. Noi studenti fuori sede, spesso disegnati come coloro che fuggono dalla loro terra per rinnegarla, abbiamo sempre fatto i conti con la distanza. L’abbiamo messa in conto quando siamo partiti, l’abbiamo scelta per tutelare i nostri cari ed ora che potremmo accorciarla ci manca l’aria al solo pensiero di dover continuare a fare i conti con lei, nonostante ci sarebbero altre soluzioni. Nessuno sta chiedendo di scendere a casa per organizzare party o rimpatriate. Stiamo chiedendo di tornare dalla nostra famiglia. Lo stesso senso civico che ci ha spinto a non prendere parte all’esodo di Marzo ci spingerebbe ad autodenunciarci, sottoporci al tampone, rispettare i giorni di quarantena. Ci sarà un motivo per il quale determinati luoghi e determinate persone li consideriamo “casa” e per tale motivo io voglio rientrare. Sono sempre partita con la consapevolezza di poter tornare nella mia Sicilia, di poter respirare a pieni polmoni e rifugiarmi nell’abbraccio dei luoghi in cui sono cresciuta. Mi appello al suo spirito genitoriale fiduciosa che al grido di richiamo di un figlio, un genitore non potrà mai mostrarsi sordo. Tuttavia ho già spiccato il volo una volta e nessun ostacolo mi impedirà di tornare legittimamente al mio nido, nemmeno lei. La ringrazio per aver prestato attenzione alle mie parole.

Un’esule forzata.

Simona Spada




Ultime notizie in diretta

Dopo sei mesi di grande disagio per la chiusura dello Scorrimento Veloce il Pd chiede al Sindaco di intervenire

Il Circolo Pd online Nilde Iotti, interpretando il crescente...

Presentazione degli incontri svolti ad Almaty, in Kazakistan, dal 22 al 28 novembre dalla Volare Consulting

'Siamo orgogliosi della riuscita degli eventi che abbiamo organizzato al La Prima di...

Il Consiglio Comunale di Partanna ha approvato all’unanimità la mozione ‘Stop Sexting and Revenge Porn’, campagna di sensibilizzazione di Mete Onlus

Il Consiglio Comunale di Partanna ha approvato all’unanimità la mozione ‘Stop Sexting and...

Assise 2021 della Consulta degli Ordine degli Ingegneri di Sicilia: tanto entusiasmo per un percorso di crescita condiviso

La Consulta Ordini degli Ingegneri di Sicilia ha celebrato la sua Assise 2021...

Unioncamere Sicilia: no ad accorpamento Camere di commercio

No all’accorpamento in un’unica Camera di Commercio di quelle di Agrigento, Caltanissetta, Ragusa,...

Domani la giornata internazionale delle persone con disabilità

Ricorre domani, venerdì 3 dicembre, la Giornata Internazionale delle persone con Disabilità. Il...

Un incontro di calcetto multietnico per favorire l’integrazione tra i ragazzi del Centro di Accoglienza SAI di Vita

La Cooperativa Badia Grande ha promosso un incontro di calcetto multietnico perfavorire l'integrazione...

L’Amministrazione Grillo ha avviato a Marsala i lavori di manutenzione del verde pubblico

L'Amministrazione Grillo ha avviato a Marsala i lavori di manutenzione del verde pubblico. “Abbiamo...

Rinnovato Consiglio direttivo ONAV Trapani: Passalacqua nuova delegata provinciale

La sezione trapanese dell'Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vino (ONAV) ha eletto il nuovo Consiglio...

Altre Notizie di Oggi

Misiliscemi: non si ferma all’alt, investe carabiniere con scooter rubato

I Carabinieri di Paceco hanno arrestato un ragazzo ericino di 18 anni per resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni aggravate e ricettazione. Il...

Una commissione parlamentare d’inchiesta per Denise Pipitone

La scomparsa di Denise Pipitone da Mazara del Vallo, il primo settembre del 2004, e soprattutto le complesse fasi delle indagini e...

Atti persecutori nei confronti della vicina di casa

I Carabinieri della Stazione di Castellammare del Golfo hanno arrestato un pregiudicato di 53 anni per il reato di atti persecutori, nei...

Ubriachi danneggiano un bar

I Carabinieri della Compagnia di Alcamo sono intervenuti a Custonaci dove il gestore di un bar aveva chiesto l’intervento in quanto dei...

Stalker finisce in carcere. Perseguitava l’ex nonostante fosse ai domiciliari.

Poco più di 15 giorni fa era stato arrestato e posto ai domiciliari con braccialetto elettronico accusato di stalking dopo aver perseguitato...

Concluse le esercitazioni dei Vigili del Fuoco in Sicilia.

Ad iniziare da martedì scorso, sono stati 4 giorni intensi nei quali ogni Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco della Sicilia ha...
Trapani
cielo coperto
12.1 ° C
14.2 °
9.6 °
89 %
4.3kmh
100 %
Ven
12 °
Sab
13 °
Dom
15 °
Lun
12 °
Mar
13 °