10.7 C
Trapani
mercoledì, Aprile 24, 2024
HomeSportBattuta Piacenza

Battuta Piacenza

La Trapani Shark riprende il cammino in campionato e batte la squadra emiliana. 74-67 il finale.

Dopo lo stop dovuto alla presenza in Nazionale di Mobio e Pugliatti la squadra granata è tornata oggi in campo per la quarta giornata della fase ad orologio, ospitando Piacenza. Una gara  che si è giocata in un Pala Shark esaurito, e che ha visto le due squadre fronteggiarsi a viso aperto con ribaltamenti da una parte e dall’altra. Soffre Trapani ma non molla in una partita ad elastico con vantaggi da una parte e dall’altra. Trapani chiude il secondo periodo sopra di 11 punti, vantaggio che verrà vanificato nel terzo, complici le loro percentuali al tiro, le palle perse e i rimbalzi, la buona difesa di Piacenza che chiude così in vantaggio di tre punti dovendo però rinunciare a Miller per infortunio. Nell’ultimo periodo la reazione dei ragazzi di Parente che riescono ad ottenere la ventitreesima vittoria in campionato.

DICHIARAZIONI POST PARTITA:

Coach Stefano Salieri (Ucc Assigeco Piacenza): “Abbiamo fatto una partita gagliarda e non posso rimproverare i ragazzi perché hanno dato filo da torcere a quella che ritengo una squadra da Serie A, da tutti i punti di vista. È stata una partita con vari up-down ma nel terzo quarto abbiamo ribaltato la partita fino all’uscita di Miller che fino a quel punto stava dominando. Da lì in poi abbiamo sofferto perché abbiamo perso il nostro riferimento, abbiamo provato a reggere l’urto ma Trapani è venuta fuori col suo talento, caricata da un’ambiente che ha caricato la squadra fino alla fine”.

Coach Daniele Parente (Trapani Shark): “Partita difficile, venivamo dopo una pausa per le Nazionali che ci ha costretti ad organizzare il lavoro settimanale diversamente. Abbiamo avuto un ottimo approccio ma poi siamo andati in calando. Dobbiamo capire che il livello si è alzato e dobbiamo migliorare su molte cose. Nel terzo periodo abbiamo dimenticato tutte le loro caratteristiche individuali e ci siamo un po’ persi. Bravi nell’ultimo periodo a vincerla: due punti importanti contro una squadra ostica. Vedo il bicchiere mezzo pieno perché abbiamo vinto una partita a punteggio basso, cosa che è meno congeniale alle nostre peculiarità”.

- Advertisment -

Altre notizie