18.2 C
Trapani
lunedì, Aprile 22, 2024
HomeCulturaCibi ed erbe salvavita contro i malanni di stagione

Cibi ed erbe salvavita contro i malanni di stagione

di Serena Giacalone
Se c’è una cosa che in questo periodo accomuna la maggior parte delle persone, è il raffreddore, il classico malanno di stagione. La domanda che mi sono posta è la seguente: siamo sicuri che con la nostra alimentazione non possiamo condizionare in modo positivo il nostro sistema immunitario?

In questa rubrica, ogni domenica, affronteremo il tema dei malanni stagionali, sviscerando alimenti e rimedi fitoterapici in grado di aiutarci a sentirci meglio. La puntata pilota vede come protagonista la dietista trapanese Federica Tarantino, laureata il 16 novembre del 2019 a L’Aquila.

“Diventare dietista è sempre stata l’unica strada che ho desiderato intraprendere. Il mondo dell’alimentazione mi ha sempre affascinato, poiché il cibo ha la capacità di influenzare profondamente il nostro stato di salute, non solo psicologico, proteggendolo o migliorandolo (problematiche gastro-intestinali: sindrome del colon irritabile, reflusso, gastrite, il sistema immunitario e così via).” Queste le parole di Federica che hanno dato il via alla rubrica.

Insieme abbiamo creato una guida per esplorare il mondo degli integratori fitoterapici, in grado di aiutarci contro i comuni malanni invernali.

Federica, entriamo nel merito della questione: quali rimedi fitoterapici sono consigliati per rafforzare il sistema immunitario durante i cambi di stagione?

La fitoterapia, a differenza della farmacologia classica, non utilizza il singolo principio attivo (ibuprofene, ketoprofene, rifaximina, ecc.) ma direttamente parti di piante e i prodotti da esse ottenuti. Per prevenire e curare i disturbi causati da un abbassamento delle difese immunitarie durante il cambio di stagione si possono utilizzare integratori naturali a base di: Echinacea purpurea, di cui si utilizzano le parti verdi e anche i bellissimi fiori per la preparazione di integratori con proprietà immunostimolanti e antivirali utili durante i cambi di stagione e/o periodi di particolare stress di cui il nostro sistema immunitario risente particolarmente. Propoli, una sostanza raccolta dalle api, prodotta dalla resina di alcuni alberi come pioppi e pini, che ha numerosi benefici tra cui: funzione antinfiammatoria, antimicrobica, antiossidante (elimina gli effetti dannosi che i radicali liberi hanno sulle nostre cellule) e immunomodulatore (stimola l’azione delle difese immunitarie). Rosa Canina, di cui per i preparati si utilizzano le bacche, in natura è una delle piante più ricche di vitamina C, importante per il corretto funzionamento del sistema immunitario. Perilla, pianta aromatica di cui sono utilizzate foglie e semi, ha proprietà antiallergiche (allergie, riniti e asma). Astragalo, di cui viene utilizzata la radice, ha proprietà immunomodulanti, adattogene (aiuta l’organismo a gestire lo stress) e viene usato in caso di stanchezza e affaticamento fisico.

Passiamo alla prossima domanda: Esistono alimenti da evitare per mantenere una dieta equilibrata e sana?

La mia risposta è no, seppure la maggior parte di voi si aspetterebbe una lista di cibi da eliminare per mantenere una sana alimentazione. Se avete presente la piramide alimentare comprende tutti gli alimenti (compresi salumi, insaccati, fritti e dolci). L’unico consiglio che mi sento di dare è di abbandonare quella brutta cultura della dieta che propone di escludere particolari categorie di cibo perché considerati dannosi! Il cibo è convivialità, così come il consumare cibi e/o piatti un po’ più “particolari”.

La nostra alimentazione deve essere varia ed equilibrata, secondo i nostri bisogni. Il concetto di salute non deve essere solo rivolto ad una corretta alimentazione, ma anche ad un buono status mentale. Se per seguire una “corretta” alimentazione si eliminano tutti i cibi che si pensano siano “dannosi” per la salute fisica, si va ad aggravare quella che è la salute mentale. Ci si priva poi di tutto e si compromette anche la convivialità con gli altri nel consumare un pasto. Tutto ciò che riguarda la restrizione alimentare non porta a nulla di buono (come i disturbi del comportamento alimentare). È l’equilibrio che bisogna trovare nel consumare tutti gli alimenti. Vi consiglio di rileggere la piramide alimentare, dove spiega quante volte a settimana, in una dieta mediterranea, andrebbero consumati ogni singola categoria di alimenti. Se si vogliono eliminare dei cibi per scelta personale, religiosa o altro, va bene, ma non fatevi condizionare dal mondo esterno – la scelta deve essere vostra. Il cibo, ricordiamo, è anche un’emozione da vivere, non solo un bisogno fisiologico.

(La dietista Federica Tarantino)

- Advertisment -

Altre notizie