10.7 C
Trapani
mercoledì, Aprile 24, 2024
HomeAttualità"Io non potevo stare in silenzio"

“Io non potevo stare in silenzio”

Mercoledì 6 Marzo alle ore 10 presso l’Aula magna di via Tunisi 37, l’ I.C. ”G.G. Ciaccio Montalto” terrà un evento in memoria di Mauro Rostagno


Mercoledì 6 Marzo alle ore 10 l’Aula Magna dell’ I.C. “G.G. Ciaccio Montalto” di Trapani sarà
palcoscenico dell’ evento “IO NON POTEVO STARE IN SILENZIO”, una manifestazione in onore del giornalista e sociologo Mauro Rostagno. L’iniziativa è stata organizzata nel giorno in cui Rostagno avrebbe compiuto 82 anni, essendo nato a Torino il 6 Marzo 1942. Ma venne ucciso dalla mafia a Lenzi il 26 Settembre 1988. Ma il suo impegno continua ad essere ricordato a Trapani, anche nelle scuole, con iniziative come quella che si terrà martedì alla scuola Montalto dal titolo “Io non potevo stare in silenzio” organizzata in collaborazione con l’associazione “Ciao Mauro”.

Sarà l’occasione per ricordare Rostagno proprio in occasione dell’ anniversario del suo compleanno e ad un anno dall’ intitolazione del plesso di via Orti
dell’I.C “G.G. Ciaccio Montalto” alla figura del giornalista che, negli anni 80, da trapanese per scelta, come egli stesso si definiva, denunciava dagli schermi di RTC le collusioni fra mafia e politica nel trapanese.
Nella mattina di mercoledì, dunque, tutti gli studenti delle classi della scuola secondaria del plesso “M. Rostagno”, accompagnati dai loro docenti e muniti di striscioni e cartelloni da loro realizzati, effettueranno una marcia simbolica verso il luogo della manifestazione, dove si celebrerà il valore della verità e l’importanza del coinvolgimento collettivo nella vita delle comunità.

Nel corso dell’evento gli alunni eseguiranno monologhi, reciteranno poesie e presenteranno al pubblico una intervista “impossibile” con il giornalista, redatta con l’aiuto dei docenti. Il momento sarà occasione per condividere riflessioni e ricordi legati a Mauro Rostagno, con lo scopo di creare consapevolezza
e approfondire la figura del giornalista agli occhi degli studenti.

Saranno presenti diverse associazioni locali come l’associazione Libera, l’associazione Rita Atria e la Fondazione Rocco Chinnici, insieme a
scrittori e giornalisti del territorio.

MA. TO.

- Advertisment -

Altre notizie