18.2 C
Trapani
lunedì, Aprile 22, 2024
HomeCronaca"Nessuna ipotesi di reato"

“Nessuna ipotesi di reato”

Nelle motivazioni, recentemente depositate, il tribunale del Riesame di Palermo è stato chiaro: «Nessuna ipotesi di reato e nessun grave indizio di colpevolezza». Ecco perché sono state annullate le misure interdittive adottate nei confronti dell’ingegnere Christian Valerio, manager della City Green Light il colosso che si occupa di illuminazione pubblica.

Valerio era rimasto coinvolto nell’inchiesta che aveva portato, lo scorso mese di gennaio, agli arresti domiciliari (misura anche questa poi revocata) il deputato regionale Dario Safina. I fatti contestati a quest’ultimo si riferivano, però, a quando ricopriva la carica di assessore comunale di Trapani. Al centro dell’inchiesta il progetto di 17 milioni di euro per l’efficientamento e l’ammodernamento degli impianti di illuminazione della città. Turbativa d’asta l’accusa smontata, però, dal Riesame che nelle motivazioni fa luce sulla vicenda, sottolinenado la “regolare e puntuale” applicazione delle procedure relative al project financing (codice degli appalti), nonchè l’insussistenza di tutte le ipotesi di reato. Christian Valerio, secondo i giudici palermitani, non avrebbe ricevuto, da parte di Dario Safina, alcuna informazione segreta sulla procedura che non fosse già nella sua disponibilità. Procedura per la quale nessun tipo di turbativa sarebbe avvenuta e nessun conseguente episodio corruttivo collegato alla stessa.

- Advertisment -

Altre notizie