L’Istituto Superiore “I. e V. Florio” di Erice a Cagliari per un progetto di alternanza Scuola-Lavoro dedicato al sale

64

L’Istituto Superiore “I. e V. Florio” di Erice parteciperà a un progetto di alternanza Scuola-Lavoro, che si svolgerà nelle giornate dal 9 al 13 novembre a Cagliari e Monserrato. Il 12 novembre al Parco Molentargius Saline si terrà anche uno Show Cooking che seguirà il convegno dal tema “Le Saline marittime del terzo millennio tra opportunità e nuove sfide”.  Al centro del convegno ci sarà il sale marino, uno dei principali elementi che ha consentito lo sviluppo dell’umanità. Le saline marittime rappresentano ecosistemi ricchissimi di biodiversità, sia vegetale che animale che vanno salvaguardate e valorizzate. La valorizzazione delle eccellenze culinarie, l’esaltazione del gusto del sale marino e la sua utilizzazione nelle pratiche culinarie è un aspetto che la filosofia emblematica di Slow food, che promuove il cibo buono e pulito, vuole affrontare. “Siamo pronti per promuovere e valorizzare Erice/Trapani a Cagliari al convegno nazionale organizzato da Slow Food – dice la Dirigente Scolastica Pina Mandina –  che coinvolge tre territori, tre regioni e tre Istituti: Trapani con la nostra scuola, in rappresentanza della Sicilia, Cagliari, con l’ I. S. Gramsci, in rappresentanza della Sardegna e Margherita d’Aosta con l’I. S. Margherita in rappresentanza della Puglia. Abbiamo appena vissuto in loco un’esperienza importante che ci prepara all’evento: “Dalla Scuola al territorio: conoscere le saline quale patrimonio ambientale, risorsa produttiva e turistica”. Cagliari rappresenta una bella occasione di crescita”.Nel corso dell’evento verrà presentato il progetto “Sale gourmet”, un percorso scolastico interregionale progettato e condotto dall’IISS “Aldo Moro” di Margherita di Savoia (BT), a cui hanno aderito l’Istituto “Florio” e il “Gramsci” di Monserrato.  Il progetto formativo si propone di fornire agli studenti nuove competenze laboratoriali nell’utilizzo di questo alimento e conoscenze sul suo processo produttivo, la sua storia e l’economia. Interverranno tra gli altri il Presidente del Parco Molentargius, Stefano Secci, Giacomo Miola, vice presidente del comitato direttivo Slow Food, Giuseppe Pomicetti, Presidente del Parco Salina di Cervia, Giacomo D’Ali Staiti, Presidente di Sosalt SpA ea Giacomo Del Chiappa, dell’Università di Sassari.Al termine gli chef e gli studenti offriranno ai partecipanti una degustazione di cocktails, piatti e desserts aventi come denominatore “il Sale marino”. E’ prevista anche una visita guidata al parco di Molentargius per riscoprire i percorsi del sale a cura dell’Associazione per il Parco di Molentargius e un laboratorio sul sale marino a cura di Slow Food Cagliari rivolto ai partecipanti al progetto “Sale Gourmet”.