Castelvetrano al voto

Dopo il lungo commissariamento i cittadini di Castelvetrano si apprestano a tornare alle urne per eleggere sindaco e Consiglio comunale.

92

Dopo un lungo periodo di commissariamento i cittadini di Castelvetrano si preparano a tornare alle urne. Ma da un sondaggio della Bg comunicazioni emerge un grande senso di sfiducia degli elettori.

Ci si  appresta ad andare alle urne, il prossimo 28 aprile, dopo un lungo periodo di commissariamento, ma un sondaggio rivela la grande sfiducia dei cittadini. Emerge dopo il recente blitz dei carabinieri “Artemisia” che ha scoperto una ‘loggia’ segreta’ che condizionava la politica del paese natale del superlatitante di mafia Matteo Messina Denaro, e che ha fatto scattare gli arresti domiciliari anche per uno dei candidati sindaci, peraltro dato per favorito, Luciano Perricone. La rilevazione compiuta dalla Bg Comunicazioni su un campione di 700 persone intervistate, fa emergere, infatti, la forte tentazione di disertare l’appuntamento elettorale: il 54,9% dichiara che non si rechera’ alle urne e che il 19,8% e’ tuttora indeciso; in definitiva, a meno di un mese dal voto, solo il 25,3% e’ pronto a dare la propria preferenza. Di piu’: per il 56,4% sarebbe meglio prorogare il commissariamento. Il tutto si traduce in una sfiducia nelle istituzioni per il 58,4%: gli indecisi sono il 15,7%, mentre solo il 25,9% si dice fiducioso.

Francesca Capizzi

IL SONDAGGIO DELLA BG COMUNICAZIONI