I Garibaldi’s Watchers dell’ITET Commerciale “Garibaldi” di Marsala continuano a parlare di Europa

17

“Tra pochi giorni si chiude il secondo anomalo anno scolatico. Abbiamo lavorato con impegno e fatica, ma con tanto entusiasmo, forse avremmo potuto fare ancora di più, ma certamente siamo cresciuti, mettendo a frutto l’esperienza dello scorso anno, utilizzando le competenze acquisite e facendo tesoro degli errori fatti. Il filo conduttore che ci ha condotto fin qui è stata la nostra idea di Europa, com’era, com’è e come vorremmo che fosse. Siamo partiti dalla storia, dalle Istituzioni e dalle competenze, per andare via via addentrandoci nei suoi Programmi ed arrivare ad occuparci della più stringente attualità. Con questo numero si chiude quella che speriamo sia stata la prima stagione di CONOSCERE, COMUNICARE, FARE L’EUROPA, un’esperienza che vorremmo continuare il prossimo anno passando il testimone a chi potrà portarla avanti dopo di noi. Con un pizzico di presunzione, ci auguriamo di avere gettato il seme di una pianta che può continuare a crescere e che la newsletter continui a vivere tra le buone pratiche della nostra scuola.”, afferma il team.

“Alla fine di questo duro anno scolastico, voglio ringraziare la nostra Dirigente Dott. Loana Giacalone, per l’infinita disponibilità e l’entusiasmo con cui ha accolto anche le nostre proposte più “stravaganti”, Europe Direct Trapani, con la Dott. Marta Ferrantelli, per essere stata guida costante, i colleghi, per la pazienza con cui hanno sopportato le mie incursioni e i “furti” di ore curriculari, ma soprattutto voglio ringraziare LORO, i componenti del Magic Team Garibaldi’s watchers, sempre pronti a nuove avventure, meravigliosi compagni di viaggio e maestri pazienti di un’anziana insegnante “analfabeta digitale”. L’immagine scelta per l’ultimo numero ritrae un momento di “libertà” riassaporata dopo i grigi mesi invernali e vuol essere l’auspicio di una normalità riconquistata in cui mi auguro potranno trovare finalmente posto orizzonti più vasti, che abbiamo deciso scaramanticamente di non citare mai.”, conclude la referente Prof. Antonella Milazzo.

Giovani che hanno acquisito competenze trasversali diverse e che lasciano questo anno scolastico fieri del lavoro svolto e consapevoli di far parte di un’Europa libera e uguale.