12.9 C
Trapani
sabato, Marzo 2, 2024
HomeCronacaA caccia di cinghiali in un'area vietata: due denunce

A caccia di cinghiali in un’area vietata: due denunce

Volevano effettuare una battuta di caccia al cinghiale in un’area vietata. Un sessantottenne ed un cinquantaseienne sono stati denunciati, con l’accusa di bracconaggio, dai Carabinieri del Centro Anticrimine Natura di Palermo – Nucleo Cites, con il supporto dei militari dei Distaccamenti Cites di Trapani e Punta Raisi.

I due, armati di tutto punto ed in possesso di visori termici ed ottica di precisione ed alcuni sacchi di mais, di cui i cinghiali vanno ghiotti, utilizzati per attirare gli animali, sono stati sorpresi, all’interno dell’area protetta “Riserva Naturale Integrale Lago Preola e Gorghi Tondi” di Mazara del Vallo, dove la caccia è sempre vietata. Il sessantottenne e il cinqantaseienne -secondo quanto accertato dai militari – avrebbero scavato delle buche, riempite con del mais e realizzato alcune postazioni dove ripararsi in attesa dell’arrivo delle prede. Le armi, le munizioni e tutti gli strumenti utili all’attività di caccia sono stati sequestrati. Le attività dei Carabinieri per il contrasto al bracconaggio proseguono.

- Advertisment -

Altre notizie