Home Attualità Ancora lunghe file all'isola ecologica

Ancora lunghe file all’isola ecologica

Questa mattina siamo tornati al Centro di raccolta rifiuti di Trapani, dove continuano le lunghe code di auto per accedere alla struttura del lungomare Dante Alighieri.

Ancora lunghe file davanti l’isola ecologica di Trapani, nel lungomare Dante Alighieri, dove i cittadini portano i rifiuti differenziati potendo così beneficiare, nel caso del raggiungimento del quantitativo previsto in base al nucleo famigliare, dello sconto sulla tassa dei rifiuti. Il centro di raccolta comunale da gennaio di  quest’anno è gestito dalla Energetikambiente. E ormai da tre mesi i trapanesi sono costretti a lunghe attese, stando in coda sulle auto con tempi di attesa anche di oltre un’ora. A volte, in base alle segnalazioni arrivate in redazione, anche di due ore, con la fila che dalla via Tunisi, la strada che costeggia la palestra Dante Alighieri. E c’è anche quando, oltre all’attesa fuori dal Centro di raccolta, visto che si entra a gruppi per non creare troppo caos di mezzi e persone dentro l’isola ecologica,  bisogna fare i conti con il Maestrale o la Tramontana, visto che la struttura è esposta ai gelidi venti provenienti da Nord. Questa mattina con le nostre telecamere siamo andati a vedere come stanno le cose, sentendo anche le persone in fila dentro le auto che chiedono una migliore organizzazione del servizio. Oltre che la riattivazione delle isole ecologiche mobili che, in base ai giorni della settimana, venivano posizionate nei quartieri e nelle frazioni. Permettendo così di decongestionare il flusso di utenti nell’isola ecologica del lungomare Dante Alighieri. E tra i problemi sollevati, c’è anche l’insufficienza del numero di carrelli per portare i rifiuti differenziati. Così c’è chi, sempre armato di tanta pazienza, porta tutto alla pesa a forza di braccia. Vetro compreso. Stando in fila, dopo avere fatto quella fuori il Ccr, anche dentro per pesare i proprio rifiuti differenziati. C’è da dire che, con l’avvio del nuovo servizio di raccolta differenziata porta a porta, adesso i rifiuti vengono ritirati direttamente a casa, ognuno nei propri mastelli ed in base al calendario di Energetikambiente. Ma molti trapanesi preferiscono  sorbirsi le file, spesso stando in coda per diverse ore, beccandosi anche un po’ di freddo, quando soffiano i venti da Nord, una volta dentro il Ccr (dove c’è la seconda coda per la pesa), in modo da potere beneficiare dello sconto del 40 per cento sulla Tari. La tassa dei rifiuti. Praticamente se si raggiunge il peso previsto in base ai componenti del nucleo famigliare, l’importo da pagare può essere quasi dimezzato. Almeno in base all’attuale regolamento. Ed in tempi di crisi risparmiare il più possibile fa comodo un po’ a tutti. Al tempo stesso si rispetta l’ambiente e si fa la propria parte per vivere in una città più civile e pulita. Ma mentre ci sono tanti cittadini che differenziano diligentemente i rifiuti, standosene in fila e aspettando il proprio turno, altri invece continuano a lasciare incivilmente spazzatura per le strade. Spesso anche rifiuti ingombranti, come vecchi mobili, elettrodomestici e materassi. Non rispettando le regole e deturpando il territorio. In spregio ad ogni norma in materia di ambiente e decoro urbano. Fregandosene della collettività e della città in cui vivono. Così da un lato ci sono cittadini in fila per conferire i loro rifiuti differenziati. Dall’altro gli incivili che continuano a lasciare la “monnezza” dove capita prima. Facendo prendere forma delle vere e proprie discariche a cielo aperto. Rifiuti, di ogni genere e tipo che poi dovranno essere rimossi a spese della comunità. Anche da chi sta in fila per ore davanti l’isola ecologica per portare plastica, vetro, carta e cartone ben differenziati. Un vero e proprio paradosso.   

Mario Torrente


GUARDA IL SERVIZIO REALIZZATO STAMATTINA CON LE INTERVISTE DAVANTI L’ISOLA ECOLOGICA

Ultime notizie in diretta

Trapani. Ordinanza revocata ma per il sindaco Tranchida l’emergenza rimane

Il sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida, dopo che il Presidente della Regione Siciliana...

Gioco on line e Reddito di cittadinanza. Beneficio revocato e si può finire davanti un giudice

Richiesta di rinvio a giudizio e fissazione di udienza preliminare per alcuni cittadini...

Covid. 12.965 attuali positivi nel trapanese e 742 nuovi contagi

Le persone attualmente positive in isolamento domiciliare obbligatorio sono 12.965 (ieri, nella precedente...

Per l’Istituto audiofonolesi di Marsala buone notizie

“Per l’Istituto audiofonolesi di Marsala arriva una buona notizia: l’erogazione del contributo di...

Trapani, domani si torna a scuola

di Mario Torrente A Trapani domani si torna in classe....

Erice, verso le elezioni: il “cantiere è in stand-by”

Le forze politiche avversarie della Toscano in attesa di decidere il da farsi....

Scuole chiuse in zona arancione, la Regione abroga l’articolo 2 dell’ordinanza del 7 gennaio

Il presidente della Regione Siciliana ha disposto l’abrogazione, a partire dal domani, dell’articolo...

Un Protocollo d’Intesa con Governo, Aeronautica Militare e Regione consentirà al Comune di Marsala di acquisire aree militari dismesse da oltre dieci anni

“La valorizzazione degli immobili militari è una priorità della Difesa nell’interesse di tutti....

Altre Notizie di Oggi

A “giudizio” l’ex sottosegretario Simona Vicari accusata di corruzione

Stesso provvedimento è stato adottato per l’ex dirigente della Regione Salvatrice Severino e per Giuseppe Montalto, ex segretario particolare del senatore Pistorio,...

Trapani. Il ragazzo scomparso s’è allontanato volontariamente e sarebbe a casa di amici

Non una scomparsa ma un allontanamento volontario. Il ragazzo M. C. ha infatti telefonato alla nonna, alla quale è in affidamento. Aveva...

Senza super green pass rimpatri e trasferimenti di migranti bloccati

Le recenti normative anti-covid da parte del Governo hanno ingessato gli spostamenti degli stranieri sbarcati in Sicilia o trattenuti nei due Centri...

Avviso conclusione indagini per sette uomini vicini alle cosche trapanesi.

Indagati, dalla Procura di Trapani, sette persone alle quali è stato notificato l'avviso di conclusione delle indagini. Si tratta di Paolo Marino,...

Divieto di avvicinamento per un trapanese di 36 anni

Atti persecutori nei confronti della ex fidanzata. Questa l’accusa formulata dai carabinieri della compagnia di Trapani nei confronti di un uomo di...

Chiesta l’archiviazione per Rizzi, indagato per violazione di domicilio e diffamazione

Il pubblico ministero Giulia Signaroldi ha chiesto al GIP del Tribunale di Trapani di archiviare il procedimento penale a carico dell'animalista Enrico...
Trapani
poche nuvole
13.3 ° C
15 °
12.2 °
67 %
3.4kmh
12 %
Mar
13 °
Mer
12 °
Gio
13 °
Ven
11 °
Sab
9 °