domenica, Giugno 23, 2024
19.1 C
Trapani
HomeAttualitàL'Almanacco del giorno

L’Almanacco del giorno

Oggi è Lunedì 6 Maggio 2024. Siamo nel 127º giorno dell’anno e mancano 239 giorni alla fine del 2024.

A Trapani il sole sorge alle ore 6.08 e tramonta alle ore 20.06.

La luna è calante ed è illuminata al 4%.

Santo del giornoSan Pietro Nolasco, religioso francese fondatore dell’ordine cattolico dei Mercedari. Nato a Linguadoca intorno al 1189, fin da piccolo Pietro si impegnò nell’elemosina e nella carità, tanto da donare tutti i suoi averi ai meno abbienti. Si trasferì a Barcellona quando metà della Penisola iberica era sotto il dominio musulmano, e i cristiani venivano catturati e ridotti in schiavitù nei Paesi arabi. Utilizzando il suo stesso patrimonio, Pietro riuscì a liberare molti di questi schiavi cristiani.

Proverbio siciliano: “Cu nesci arrinesci.” Traduzione: “Chi nasce, riesce.” Questo proverbio suggerisce che chiunque nasce con determinate qualità o predisposizioni ha maggiori probabilità di avere successo nella vita. Incoraggia a credere nelle proprie capacità innate e a perseverare nei propri sforzi.

Aforisma del giorno: “La vita è come una bicicletta: per mantenere l’equilibrio devi muoverti.” Questa citazione di Albert Einstein sottolinea che nella vita è necessario adattarsi e evolvere costantemente per mantenere l’equilibrio e il progresso. Stagnare porta all’instabilità, mentre il movimento e l’adattamento sono chiave per affrontare le sfide e progredire.

Nati oggi: 6 maggio 1961 nasce George Clooney, attore, regista e sceneggiatore statunitense.

Curiosità: Il 6 maggio è l’International No Diet Day, una giornata che invita a imparare ad accettare il proprio corpo e a contrastare le diete estreme e ossessive.

Accadde oggi: Secondo la tradizione, il 6 maggio 1626 Peter Minuit, nuovo direttore della Compagnia delle Indie olandese, acquistò l’isola di Manhattan dai capi della tribù Lenape che abitavano la zona. La pagò in natura, con beni per il valore di circa 60 fiorini. Un buon acquisto: qualcuno ha calcolato che quei 60 fiorini equivalgono a circa mille dollari di oggi. Tra le figure mitiche della resistenza dei nativi contro l’invasione degli Yankee
c’è Cavallo Pazzo (in lingua lakota Tashunka Uitko, cioè “il suo cavallo è pazzo”). Combattente valoroso, nel 1876 diventò il leader degli Oglala “ostili”, che non volevano essere rinchiusi nelle riserve dal governo americano. Si arrese al tenente Philo Clark il 6 maggio 1877, a Fort Robinson. Morì pochi mesi dopo, colpito da un soldato, forse mentre tentava di fuggire. In South Dakota, nelle Black Hills, da oltre mezzo secolo è in costruzione un monumento colossale in suo onore, disegnato da Korczak Ziolkowski. Se e quando sarà finito — non a breve — sarà la più grande opera del mondo scolpita nella roccia

Altre notizie