14.1 C
Trapani
lunedì, Febbraio 26, 2024
HomeAttualitàTrapani, eritrina finisce su Ccr mobile e su tavoli di un locale

Trapani, eritrina finisce su Ccr mobile e su tavoli di un locale

di Mario Torrente

Nelle prime ore del mattino una delle eritrine di viale Duca D’Aosta, nel centro storico di Trapani, ha ceduto, finendo sui tavolini di un locale e sulla stazione mobile dell’isola ecologica.

Il primo ramo s’è spezzato nelle prime ore del mattino, attorno alle 5, finendo sui tavoli di un locale attiguo. Fortunatamente a quell’ora in zona non c’era nessuno, il che ha scongiurato il peggio. L’altro cedimento è avvenuto poco dopo, con un grosso ramo che si è accasciato sul Ccr mobile, visto che oggi era giornata di conferimento dei rifiuti differenziati in viale Duca D’Aosta. Anche in questo caso, in quel momento non c’erano pedoni di passaggio e davanti alla stazione mobile non c’era nessuno: i due operatori di Energetikambiente erano appena arrivati e quando il grande ramo ha ceduto si trovavano a poca distanza dal Ccr. Qualche metro, e si sarebbero visti cadere la pianta addosso. Insomma, la buona sorte ha voluto che nessuno si facesse male. Ma c’è mancato davvero poco. Se l’eritrina avesse ceduto in un altro momento della giornata le cose sarebbero potute andare diversamente, anche perché in viale Duca d’Aosta ci sono molto locali con gazebi e tavoli all’aperto. C’è anche una scuola e dal grande marciapiede alberato ogni giorno passano tante persone. Ed anche molti bambini, che spesso giocano tra le aiuole e le panchine.

Insomma, c’è un evidente problema di sicurezza che si è ripresentato puntuale con il cedimento di oggi, avvenuto in una giornata di vento, anche se non si può certamente parlare di bufera, visto che si parla di raffiche sopra i 20 nodi con un velocità poco sopra i 30 chilometri orari. Insomma, un quadro meteo nella norma in una città ventosa come Trapani. Tant’è che non c’era nessuna allerta per forte vento, se non quella meteo, gialla per la precisione, per la pioggia ed i temporali attesi nelle prossime ore. Sono invece apparse evidenti, piuttosto, le condizioni dell’eritrina che ha ceduto, con pezzi di pianta che si andavano sfarinando al contatto, diventando polvere al vento, come constatato da chi questa mattina è arrivato in viale Duca D’Aosta, a partire dall’assessore Ninni Romano assieme all’ingegnere Francesco Ala del settore ecologia e ambiente del Comune di Trapani e Salvatore Reina responsabile di Energetikambiente. Dopo il sopralluogo la zona è stata interdetta e resterà off-limits alla circolazione pedonale fino a quando non saranno ripristinate le condizioni di sicurezza. Come ovvio, oggi non è stato possibile conferire rifiuti nel Ccr mobile e nell’ambito delle operazioni di potatura, in fase di avvio in tutta la città, sarà data priorità assoluta alle eritrine , sulle quali nel corso degli ultimi 3 anni sono stati effettuati ripetuti interventi di messa in sicurezza. Ma «nonostante gli sforzi per salvare gli storici alberi» non si può mettere a rischio la sicurezza dei cittadini, così come dichiarato dal sindaco Giacomo Tranchida, che ha annunciato che saranno effettuati ulteriori verifiche sulle piante, procedendo, dove fosse necessario, «anche con l’abbattimento degli alberi a rischio o con il loro radicale sfoltimento».

GUARDA IL SERVIZIO ANDATO IN ONDA NEL TG

- Advertisment -

Altre notizie