Grande successo in teatro a Marsala per Amanda Sandrelli in scena con Lisistrata per la XV Rassegna “Lo Stagnone – scene di uno spettacolo”

167

Una grande accoglienza al Teatro Impero per Amanda Sandrelli oggi pomeriggio, protagonista dell’evento in cartellone nell’ambito della programmazione della Compagnia Sipario che ha proposto una riscrittura in chiave contemporanea di un’opera che parla di guerra e di donne raggiungendo la conquista della verità attraverso la risata. Il teatro classico e la sua immortalità è stato, così, protagonista della Rassegna “Lo Stagnone – scene di uno spettacolo” – organizzata dalla Compagnia teatrale “Sipario” presieduta da Vito Scarpitta: in scena in “Lisistrata” Amanda Sandrelli, Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci, Gabriele Giaffreda, Elisa Proietti, Lucianna De Falco con la regia di Ugo Chiti.
Una commedia che ha circa duemila anni – commenta Amanda Sandrelli –, ma se li porta molto bene. È molto leggera, poetica, ma nello stesso tempo profonda e parla guerra, parla di donne. Insieme a me ci sono nove attori: la compagnia di Arca Azzurra più due giovani e la regia è di Ugo Chiti. Vi aspetto al Teatro Impero”.  
Lisistrata, di Aristofane, debutta nel lontano 411 a.C. nel teatro di Dioniso, ai piedi dell’Acropoli di Atene. Una commedia dove si ride molto che esprime palesemente il dissenso verso i disastri provocati dalla stupidità, arroganza, superficialità e vanità, scaturiti dalla guerra, fatta dagli uomini. L’opera esprime l’essenza della femminilità e lo fa con un ritmo pieno di ironia, in maniera paradossale e insieme umanissimo che spesso indulge ad esilaranti doppi sensi per mostrare al pubblico tutta l’irragionevolezza umana. Ugo Chiti ha riscritto il testo classico con occhio contemporaneo, ma lo ha fatto in maniera rispettosa dell’originale, con una lingua intensa e ricca che rende estremamente fruibile il senso dell’opera restituendo Lisistrata ad una dimensione immortale in cui la conquista della verità passa dalla risata.
La rassegna continuerà domenica 29 gennaio alle ore 18.00 con “Mia Moglie Penelope”, con   Ornella Muti e Pino Quartullo, spettacolo liberamente tratto dal romanzo “Itaca per sempre” di Luigi Malerba con l’adattamento di Margherita Gina Romaniello. Il cartellone conta interpreti d’eccezione come: Uccio De Santis, Antonello Costa, Simone Cristicchi e Alessio Piazza. La Rassegna si avvale del patrocinio e della compartecipazione del Comune di Marsala.