mercoledì, Giugno 19, 2024
26.1 C
Trapani
HomeAttualitàMarsala: prevenzione incendi boschivi. Obbligo di tenere puliti i terreni

Marsala: prevenzione incendi boschivi. Obbligo di tenere puliti i terreni

L’Amministrazione comunale di Marsala, nell’evidenziare la necessità di prenderci cura dell’ambiente, richiama l’attenzione sull’obbligo di tenere puliti i terreni di proprietà, liberandoli da sterpaglie e vegetazione secca, nonché di qualunque materiale che possa essere fonte d’incendio. Gli interventi di decespuagliamento vanno eseguiti entro il prossimo 15 maggio a cura di Enti e privati cittadini, proprietari, affittuari, conduttori e, comunque, a cura di soggetti che a qualsiasi titolo godono di terreni non edificati e/o aree a verde in precario stato di manutenzione, a maggior ragione se in prossimità di zone a rischio. Queste ed altre prescrizioni specifiche sono regolamentate dalla normativa regionale, nonchè riportate nell’Ordinanza sindacale (la n. 34/2024) prediposta dai competenti Uffici. Un provvedimento emanato per prevenire incendi in aree incolte o abbandonate, nonché contenenti materiali che possono innescarli o accelerare la propagazione del fuoco, soprattutto durante l’imminente stagione estiva. La priorità è quella di evitare conseguenze alla pubblica incolumità, nonché tutelare l’ambiente, l’igiene pubblica e la sicurezza del territorio. Una condizione, questa, che va mantenuta fino al prossimo 31 ottobre, termine entro il quale – a decorrere dal 15 maggio – è vietato accendere fuochi in prossimità di terreni agricoli, aree boscate, cespugliate e, comunque, in tutte le aree considerate a rischio (indicate nel provvedimento). Il divieto si estende anche all’uso di apparecchi a fiamma libera o elettrici che producono scintille, nonché ad ogni altra operazione che possa generare fiamma nei suddetti terreni. Conclusi gli aempimenti, entro il prossimo 22 maggio va inviata comunicazione all’Ufficio comunale di Protezione Civile (protocollo@pec.comune.marsala.tp.it).

Il materiale derivante dalla pulizia dei terreni va smaltito secondo la vigente normativa o, in alternativa – come consente l’Ordinanza sindacale – bruciando sul terreno la vegetazione secca rimossa, a condizione che si tratti di piccoli cumuli. Inoltre, fermo restando che è assolutamente vietato accendere fuochi dal 15 Luglio al 15 Settembre (periodo di massimo rischio incendi), i suddetti cumuli possono bruciarsi limitatamente ai periodi compresi tra 15 Maggio/14 Luglio e tra 16 Settembre/31 Ottobre, nella fascia oraria 4:00/9:00, ora limite entro la quale il fuoco deve essere spento. Infine, il luogo in cui si bruciano le sterpaglie deve essere lontano almeno 200 metri da zone boschive e aree protette, e comunque a debita distanza dai centri abitati, strade e spazi pubblici. Ultima e importante prescrizione: l’accensione del fuoco – sorvegliato fino al completo spegnimento – non deve avvenire in giornate particolarmente calde e ventose.L’Ordinanza sindacale evidenzia le responsabilità civili e penali cui si va incontro in caso di inadempienze, con sanzioni fino a 700 euro e conseguente diffida ad adempiere.

Chiunque avvista un incendio deve darne immediata comunicazione. Oltre al Numero Unico Emergenze 112 (Carabinieri), si potranno contattare: Vigili del Fuoco Comando Provinciale TP (0923550300), Distaccamento VV.FF. Marsala (0923951222), Corpo Forestale Reg. Sicilia Servizio Emergenze Ambientali (1515), Carabinieri Comando Marsala (0923723537), Carabinieri Staz. Santi Filippo e Giacomo (09239682247), Centralino Comune Marsala (0923993111), Polizia Municipale Marsala (0923723303), Dip. Reg. Protezione Civile – Sala Operativa Regionale (SORIS, 800 404040).

Altre notizie