martedì, Giugno 18, 2024
26.1 C
Trapani
HomeCronacaNon è più accusato di mafia, ma resta in carcere un "supporter"...

Non è più accusato di mafia, ma resta in carcere un “supporter” di Denaro

Non è più accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, ma di favoreggiamento aggravato. Leonardo Gulotta, dopo che il reato è stato riqualificato dal tribunale del Riesame, però, resta in carcere. Era stato arrestato, lo scorso 27 marzo, assieme al tecnico radiologo Cosimo Leone e all’architetto  Massimo Gentile, nell’ambito di una indagine sui presunti favoreggiatori del boss Matteo Messina Denaro. Secondo la tesi accusatoria, Leonardo Gulotta avrebbe fornito all’allora latitante una scheda telefonica a lui intestata.

Leone, invece, avrebbe aiutato, nel 2020,  il capomafia castelvetranese durante il suo ricovero all’ ospedale di  Mazara del Vallo, procurandogli un telefonino. Gentile, infine, avrebbe ceduto la sua identità a Matteo Messina Denaro, permettendogli di acquistare un’auto a Palermo e di versare denaro in una filiale bancaria.

Altre notizie