Marsala: il gruppo consiliare Civicamente replica all’assessore Alagna

29

Dopo aver letto attentamente le dichiarazioni di replica dell’assessore Dott. Oreste Alagna, non possiamo esimerci dall’argomentare, in maniera ancora più dettagliata, alcuni concetti e passaggi evidenziati nello stesso comunicato. Ringraziandola già da adesso per la rinnovata disponibilità ad ospitare le nostre dichiarazioni ci scusiamo se le stesse, al fine di chiarire maggiormente quanto verificatosi, dovessero  richiedere qualche riga in più.
L’assessore Alagna, in apertura, afferma di ritenere “assolutamente strumentali” le accuse mosse nei suoi confronti. Consultando il dizionario Treccani è possibile apprendere la definizione del verbo ‘strumentalizzare’, ovvero: “utilizzare qualcuno o qualcosa per conseguire un proprio particolare fine non dichiarato”. Lo scorso 6 luglio, oltre ad aver denunciato la mancata apertura dell’ufficio turistico comunale, insieme a diversi cittadini e commercianti ci siamo improvvisati guide turistiche al solo fine di rispondere alle richieste di informazioni avanzate da decine di turisti che, pensando di poter meglio organizzare il proprio soggiorno marsalese, si recavano presso l’area antistante il Largo della Dittatura Garibaldina. Riteniamo facilmente intuibile che se il nostro atteggiamento fosse stato solo ed esclusivamente strumentale avremmo potuto rilasciare una semplice intervista e ritornare alle attività consiliari già programmate.
Affermare che trattasi di un “temporaneo spiacevole disservizio gestionale” è la dimostrazione che, oltre a criticare aspramente il nostro operato, si cerca, purtroppo invano, di sminuire il problema verificatosi. Nei mesi scorsi l’amministrazione comunale di Marsala, dopo aver istituzionalizzato alcuni eventi, ha provato a sponsorizzare, con non poche difficoltà, le bellezze del nostro territorio. La partecipazione alla BIT è la dimostrazione di ciò. Sembra, dunque, assurdo investire ingenti somme per sponsorizzare il territorio e non riuscire ad assicurare, a turisti e cittadini, i servizi essenziali che caratterizzano una città turistica. Purtroppo dobbiamo prendere atto che Marsala di turistica ha solo la vocazione, annunciata periodicamente in occasione di ogni competizione elettorale ma mai concretizzata del tutto.
Dell’imminente apertura dell’info point delle saline l’assessore Alagna, così come l’intera amministrazione comunale, ne era a conoscenza da diverse settimane. Gli interventi predisposti nella giornata di ieri solo a seguito del nostro sgolo a vanvera, così come definito dallo stesso assessore, potevano essere programmati. Sappiamo, purtroppo, che nella nostra città il termine programmazione è sconosciuto a tanti.
Nel comunicato si legge bene che l’amministrazione, pur conoscendo la carenza di risorse umane, ha preferito assicurare l’apertura mattutina e pomeridiana del nuovo info point a danno dell’ufficio turistico comunale di via XI Maggio. Non abbiamo fatto altro che contestare questa scelta ritendo essenziale l’apertura dell’ufficio turistico comunale.
E’ nostra intenzione rassicurare l’assessore circa l’attendibilità delle nostre dichiarazioni comunicando allo stesso che prima ancora di manifestare qualsiasi nostro parere esaminiamo ogni atto, chiediamo informazioni a chi di competenza e ci preoccupiamo di “svolgere preventive opportune verifiche”.
Si legge ancora che “il problema è già stato risolto, tant’è vero che questo pomeriggio il servizio è regolarmente attivo”. Questa affermazione, Direttore, ci preoccupa e non poco perché dimostra che l’assessore con delega al turismo non conosce nemmeno il disservizio verificatosi nei giorni scorsi. L’ufficio turistico comunale, infatti, è stato regolarmente attivo ogni pomeriggio. Le difficoltà sono state riscontrate la mattina non permettendo quindi l’apertura solo in alcune fasce orarie della giornata, così come da noi affermato.
Ancora nel comunicato, in più parti, l’assessore Alagna, sottolinea la nostra elezione nelle fila della maggioranza ed il nostro passaggio all’opposizione. Pur ritenendo difficile chiarire tale passaggio perché meritevole di un non breve approfondimento relativamente al significato dei termini opposizione e maggioranza ricordiamo allo stesso che in più di un’occasione, dopo essere stato eletto nella maggioranza, ha comunicato il passaggio nelle fila dell’opposizione. Continuando afferma: “hanno ampiamente beneficiato di tale collocazione”. A voler essere sinceri non riusciamo a comprendere il senso di tale dichiarazione e, per evitare ulteriori equivoci, chiediamo all’assessore di voler meglio chiarire queste sue parole.
Circa l’invito rivoltoci, teniamo a precisare che in questi mesi, da quando abbiamo ritenuto necessario prendere le distanze dall’amministrazione comunale, abbiamo continuato, anche nel corso delle sedute delle commissioni consiliari di merito, a segnalare problemi e disservizi, ad elaborare proposte ed a cercare soluzioni. Non ci sembra, dunque, di non aver provato a collaborare per il bene della nostra città.
Dispiace concludere facendo riferimento all’ultimo capoverso del comunicato nel quale si leggono le seguenti parole: “forse in cerca di qualche visibilità”. Questa affermazione mortifica le buone intenzioni che animano il nostro operato. Continueremo ad onorare il ruolo affidatoci dai nostri concittadini provando a migliorarci giornalmente e ammettendo gli errori che talvolta capita di commettere. Ci auguriamo che anche l’assessore Alagna possa fare autocritica e, se come noi dovesse esprimere un giudizio negativo, rassegnare le dimissioni, consapevoli che Marsala, città turistica, merita di più.