Promozione e sicurezza spiagge mazaresi, le richieste di CIFA Trapani

18

“E’ necessaria una cartellonistica all’uscita dell’Autostrada A29 e sulla SS115 all’altezza della sopraelevata dove venga segnalato il percorso per arrivare nelle due località balneari di Tonnarella e Bocca Arena, magari con delle foto che evidenzino le caratteristiche e bellezze delle due diverse coste mazaresi”. Questo quanto chiede il responsabile Settore Turismo e Stabilimenti balneari di C.I.F.A. Trapani, Michele Frazzetta il quale sottolinea: “Lungo le strade di accesso alle spiagge bisogna collocare anche apposita cartellonistica, con relative ordinanze ministeriali, per vietare comportamenti scorretti, a partire dall’utilizzo di braci negli arenili nelle ore serali con la conseguente possibilità di abbandono di rifiuti che rendono la spiaggia indecorosa per gli usufruitori quotidiani. Bisogna, inoltre, garantire il rispetto dell’ambiente e degli anziani, disabili, donne in gravidanza e  bambini considerato anche che alla spiaggia di Tonnarella è stata assegnata la ‘Bandiera Verde’ quale spiaggia a misura di bambino”. Frazzetta chiede così di rivedere il senso unico di marcia del lungomare Fatamorgana ripristinando solo dalle ore 22,00 alle 10,00 del mattino seguente il doppio senso di marcia per dare la possibilità a quanti devono raggiungere il posto di lavoro di evitare percorsi tortuosi come quello di via Bessarione le cui condizioni del manto stradale sono disastrose: “chiediamo –aggiunge- un maggiore controllo, anche attraverso videocamere, da parte degli organi di competenza del traffico veicolare, a tutte le ore della giornata vi sono moto che sfrecciano ad alta velocità in entrambi i sensi di marcia mettendo a repentaglio l’incolumità delle persone”. Il Responsabile del Settore Turismo e balneazione di C.I.F.A. Trapani conclude: “chiediamo, come già avvenuto lo scorso anno, di poter conoscere le linee guide del “Piano Spiagge” da parte dell’Amministrazione mazarese, ed in particolare su: disciplina degli orari di accesso alle spiagge; attivazione regole condivise riguardante il passeggio e la sosta sugli arenili; disposizione di controlli ordinari e straordinari e di vigilanza diurna e notturna delle spiagge al fine di prevenire qualsiasi comportamento incivile; controllo del traffico veicolare nelle strade adiacenti ai tratti di costa balneabili, gestione dei parcheggi e trasporti; dotazione di servizi fissi e mobili per la garanzia della sicurezza (Guardia Medica, Pronto Intervento, Vigili Urbani) dei bagnanti in mare e sugli arenili e per la salvaguardia della costa (guardie ambientali)”.