lunedì, Giugno 24, 2024
23.1 C
Trapani
HomeAttualitàInchiesta "Aspide", concluse le indagini

Inchiesta “Aspide”, concluse le indagini

Avviso di conclusione delle indagini per le persone coinvolte nell’operazione Aspide, l’ultimo scandalo che ha colpito la sanità trapanese.

Nell’inchiesta della Procura incentrata sull’Asp del capoluogo vennero coinvolti in totale 13 persone. Le ipotesi di reato variano da Corruzione a truffa ai danni di Ente pubblico. E ancora frode nelle pubbliche forniture, falsità ideologica e materiale commessa dal pubblico ufficiale, rivelazione di segreti d’ufficio, favoreggiamento personale e false attestazioni di presenza in servizio.

L’inchiesta, portata avanti dalla Guardia di Finanza, aveva visto coinvolti anche l’ex direttore sanitario dell’ASP di Trapani, Gioacchino Oddo e la dirigente Maria Pia Messina.

La Guardia di Finanza ritiene di aver scoperto un meccanismo di addomesticamento e manipolazione di procedure di gara, pubblici concorsi ed affidamenti di incarichi dirigenziali all’interno delle strutture sanitarie trapanesi, in un contesto collusivo e secondo una logica clientelare. Il tutto, con la compiacenza di diversi pubblici ufficiali.

Tra gli indagati risultano anche Anna Lisa Bianco, presidente del Consiglio comunale di Trapani e l’imprenditore Giovanni Fullone Iacono, che ai tempi ricopriva il ruolo di consigliere comunale di Mazara del Vallo: entrambi erano finiti agli arresti domiciliari.

Gli unici a finire in carcere, invece, erano stati Gioacchino Oddo e Maria Pia Messina, a cui poi erano stati dati gli arresti domiciliari. Provvedimento, però, anche questo revocato circa due mesi fa e sia Messina che Oddo sono tornati in libertà.

Altre notizie