12.9 C
Trapani
sabato, Marzo 2, 2024
HomeAttualitàI vascelli della Tonnara, lunedì a Bonagia si apre il cantiere

I vascelli della Tonnara, lunedì a Bonagia si apre il cantiere

Il progetto di recupero degli antichi vascelli della Tonnara di Bonagia entra nella fase operativa.

di Mario Torrente

Lunedì saranno consegnati i lavori per il restauro degli antichi vascelli della flotta della Tonnara di Bonagia. Dopo decenni di abbandono e degrado i vascelli della Tonnara di Bonagia saranno restaurati e musealizzati. Il via libera al progetto esecutivo era arrivato a fine maggio dopo un lungo iter, come ricordato dal sindaco di Valderice Francesco Stabile, più che soddisfatto per il raggiungimento di questo importante risultato che ha visto impegnata la sua amministrazione. Il restauro sarà possibile grazie ai Fondi europei per un importo di 100 mila euro nell’ambito del Piano di attuazione del Flag “Torri e Tonnare”. Somme tra l’altro già disponibili da tempo ed a cui si va ad aggiungere il cofinanziamento di 25 mila euro a suo tempo messo a disposizione dal Comune di Valderice. Non saranno però recuperate tutte le barche ma solo tre vascelli, precisamente due “parascarmi” ed un “vasceddu”, che una volta sistemati e consolidati grazie ad una struttura in acciaio saranno spostati ed esposti nello slargo della Tonnara. In questa piazzetta con vista sul porticciolo di Bonagia l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Stabile punta a realizzare una pergotenda ed una istallazione multimediale con un videoproiettore per raccontare, attraverso video e documentari, la pesca del tonno attraverso la mattanza. Insomma, prenderà forma un vero e proprio un museo a cielo aperto incentrato sui vascelli di quella che fu la flotta dei rais. Il progetto predisposto dall’ingegnere Azzurra Tranchida e che nei mesi scorsi ha ricevuto tutti i pareri a partire da quello della Soprintendenza ai beni culturali, a questo punto passa nella fase operativa con l’avvio dei lavori che partiranno la prossima settimana per concludersi entro ottobre. Dunque il prossimo autunno i tre vascelli troveranno posto a piazza Tonnara in quello che dovrebbe essere un vero e proprio museo a cielo aperto. Non si sa ancora che fine faranno le altre due barche rimaste fuori dai lavori di restauro finanziati dal Flag “Torri e Tonnare”, che versano in condizioni decisamente peggiori rispetto a quelle che saranno sistemate per essere esposte a piazza Tonnara: si tratta della prima “varcazza”, ormai ridotta a scheletro e del secondo “vasceddu”, anche questo piuttosto malconcio, con il fasciame del tutto aperto e la poppa completamente accasciata. Ciò che resta di queste imbarcazioni potrebbe però essere oggetto di un secondo intervento di restauro. Il condizionale resta quanto mai d’obbligo, visto che è ancora tutto da vedere. Intanto si punta a salvare i tre vascelli ancora recuperabili, permettendone così la loro valorizzazione e musealizzazione.

- Advertisment -

Altre notizie