Ore di attesa a Marsala per le indagini sulla morte di Gianni Genna

190

All’indomani del ritrovamento del cadavere di Gianni Genna, Marsala è avvolta dalla tristezza e dalle domande. E al momento, come già detto ieri, viene esclusa l’ipotesi dell’omicidio, così come confermato da un primo esame del medico legale e dalle forze dell’ordine. Saranno chiaramente i risultati delle indagini incessanti, coordinate dal magistrato Giulia D’Alessandro, a far luce sulle esatte cause della morte del giovane.

Gli investigatori non si sbilanciano, e chi l’ha visto in vita l’ultima volta, ha dichiarato di averlo notato in condizioni normali. Tanto sgomento tra la gente comune, per questo secondo caso verificatosi nel giro di pochissimo tempo a Marsala: paura da parte dei genitori di figli in giovane età, preoccupazione per una città che si è sempre rivelata tranquilla e complessivamente sana, come ha dichiarato anche lo scorso mese di marzo il sindaco Alberto Di Girolamo, che ieri, dalla sua pagina fb ha condiviso con i marsalesi dolore per un’altra tragica notizia ha colpito la città.  Il sindaco ha subito chiesto al Prefetto un incontro per porre attenzione a episodi che non possono essere lasciati nel dimenticatoio.