Si aggravano le condizioni del marsalese ricoverato a Trapani. Negativi gli altri tamponi effettuati al ‘Paolo Borsellino’

36343

La preoccupazione non lascia molto spazio ad altri pensieri in queste ore nella città di Marsala, dove giunge la notizia dell’aggravarsi delle condizioni di salute del docente di matematica positivo al Covid 19 già ricoverato ieri prima all’ospedale di Marsala e poi trasferito in quello di Trapani, e spostato oggi dal reparto di pneumologia in quello di rianimazione proprio per la necessità di cure più intensive. E mentre non è ancora giunto l’esito del tampone faringeo effettuato alla moglie, risultano, per fortuna, negativi, gli altri due test effettuati nelle scorse ore ad altri pazienti che vi si erano sottoposti. Una piccola notizia positiva a fronte di un’altra che non lo è di certo, ossia la decisione di chiudere le attività commerciali fino al prossimo 3 aprile da parte di moltissime di quelle cittadine. Dopo negozi di abbigliamento e bar e ristoranti, anche centri estetici e parrucchieri per donna e uomo hanno adottato questo amaro provvedimento che sembra destinato a diventare generalizzato. Si respira apprensione in città e naturalmente speranza unanime che il tutto possa risolversi al più presto per permettere a ciascuno di tornare alla propria vita di tutti i giorni.

J.C.