sabato, Giugno 22, 2024
26.1 C
Trapani
HomeAttualitàBuseto Palizzolo, le forze politiche si schierano contro gli impianti green

Buseto Palizzolo, le forze politiche si schierano contro gli impianti green


Giovedì 13 giugno il Consiglio comunale di Buseto Palizzolo si riunirà per esprimersi con un documento unico contro le installazioni degli impianti fotovoltaici e pale eoliche nel territorio. Per le forze politiche busetane “le istallazioni selvagge degli impianti green” starebbero “minacciando il territorio. Negli ultimi anni – si legge in una nota diramata dalle forze politiche “Evoluzione Buseto” e “Indaco il nuovo colore per Buseto” – il paesaggio di Buseto Palizzolo è stato invaso da impianti fotovoltaici e pale eoliche, e nel vuoto normativo (senza alcuna indicazione su quali siano le aree idonee o non idonee), le richieste di ulteriori installazioni aumentano di giorno in giorno. Sebbene questi impianti siano definiti “green” non rispondono alla tutela del territorio, danneggiano il paesaggio, tolgono suolo utile all’ agricoltura, arrecano oltre al danno naturalistico- ambientale anche un danno socio- economico non indifferente, hanno allontanato investitori che avevano riconosciuto il potenziale turistico di Buseto Palizzolo. È necessario bilanciare il vantaggio economico di pochi, con la tutela del nostro paesaggio. Non possiamo permettere che uno trionfi a discapito di tutti.

Il Consiglio comunale di Buseto Palizzolo si sta mobilitando per affrontare questa questione. Il documento unico che verrà presentato il 13 giugno “rappresenta un passo importante nella difesa del nostro territorio. Dobbiamo trovare soluzioni che promuovano lo sviluppo sostenibile e preservino la bellezza naturale di Buseto Palizzolo”, hanno rimarcato dal consesso civico busetano.

“Dobbiamo ammettere, inoltre, – continua il comunicato stampa delle due forze politiche “Evoluzione Buseto” e “Indaco il nuovo colore per Buseto” – che gli interventi di mitigazione, volti a ridurre l’impatto ambientale, non sembrano essere sufficienti e oltretutto non abbiamo garanzie che dopo la realizzazione degli impianti questi siano di fatto verificati. La sfida è duplice:dobbiamo sensibilizzare i cittadini su questa problematica e dobbiamo considerare l’eredità che lasceremo alle future generazioni. Qual è il prezzo del progresso? E quale sarà il destino del nostro paesaggio e del nostro territorio?”.

Altre notizie