19.1 C
Trapani
martedì, Maggio 21, 2024
HomeAttualitàVite "private": la forza del teatro per ricordare e sensibilizzare

Vite “private”: la forza del teatro per ricordare e sensibilizzare

di Valeria Marrone

Il Teatro Don Bosco di Trapani ha ospitato ieri mattina la rappresentazione di Vite “private”, opera teatrale scritta e interpretata dall’attrice trapanese Rosaria Bonfiglio. La pièce, liberamente ispirata alle vite di due donne siciliane, Rita Atria e Margherita Asta, ha emozionato il giovano pubblico studentesco attraverso le vicende di queste due figure tanto diverse quanto legate dal destino e dalla tragica storia della mafia. Attraverso i personaggi di Giovanna Cannova, Rita Atria, Margherita Asta e Claudia, giovane studentessa, il pubblico è stato trasportato tra ricordi dolorosi e momenti di spensieratezza, accompagnato dalle voci e dalle musiche di sottofondo che hanno reso l’esperienza teatrale ancora più coinvolgente. Vite “private” non si limita alla semplice rappresentazione teatrale, ma si propone anche come strumento di sensibilizzazione e riflessione, soprattutto per le nuove generazioni. L’opera sarà in tournée nazionale nelle scuole d’Italia, con l’obiettivo di coinvolgere sempre più giovani nella riflessione sulla memoria e sulla lotta alla mafia.

ASCOLTA L’INTERVISTA A ROSARIA BONFIGLIO

- Advertisment -

Altre notizie