20.1 C
Trapani
martedì, Maggio 21, 2024
HomeAttualitàEmergenza idrica a Erice, la nota dei consiglieri di opposizione

Emergenza idrica a Erice, la nota dei consiglieri di opposizione

Fa discutere l’emergenza idrica a Erice e i consiglieri di opposizione puntano il dito contro l’Amministrazione Toscano a cui chiedono di garantire i serbatoi di accumulo.

Di seguito, la nota completa dei consiglieri Maltese, Mannina, Spina, Cavarretta, Pollari, Favara e Aiello.

«Come avevamo previsto, tutta la Sicilia sta andando verso una crisi idrica senza precedenti tanto che lo stesso Governo regionale ha chiesto al governo nazionale di riconoscere la dichiarazione di emergenza che consentirebbe l’adozione di misure contingibili e urgenti in ragione della particolare situazione in cui ci troviamo.

Nonostante il Sindaco nulla abbia fatto trapelare sia della riunione in Prefettura del marzo scorso, che in quella tenutasi presso la IV Commissione ARS, noi consiglieri di opposizione, avevamo visto bene durante la seduta straordinaria ed aperta, dove oltre a chiedere per Erice la dichiarazione di emergenza vista anche la fatiscente rete idrica comunale ridotta a colabrodo , avevamo chiesto anche di effettuare una manutenzione urgente del cosiddetto serbatoio “Raganzili” che rifornisce il vasto territorio di Casa Santa appunto Raganzili e S. Giuliano. Oggi più che mai, chiediamo che questa amministrazione, in vista dell’approvazione del Bilancio previsionale 2024 – 2026, provveda tramite perizia sul suddetto cisternone,  a verificare lo stato in cui si trova, affinché si possa eventualmente stimare il costo della sua manutenzione in via d’urgenza, e metterlo in sicurezza rispetto alle perdite che già dimostra di avere a causa della sua vetustà. Questo consentirebbe anche di cercare le dovute risorse finanziarie tramite il fondo speciale di protezione civile regionale. Restiamo pertanto in attesa che anche in questo caso, l’Amministrazione Toscano batta un colpo».

- Advertisment -

Altre notizie