19.1 C
Trapani
venerdì, Maggio 24, 2024
HomeAttualitàVenerdì a Salemi si inaugura la mostra fotografica “Futuro Composto. Street Memories...

Venerdì a Salemi si inaugura la mostra fotografica “Futuro Composto. Street Memories Photo”

Coniugare il passato ed il presente di una comunità, stabilendo un contatto temporale tra epoche diverse in luoghi sempre carichi di significati per chi li ha abitati e chi li vive adesso. Questo è ciò che ha fatto il fotografo Giuseppe Iannello nel suo progetto inedito “Futuro Composto. Street Memories Photo”, che dà il titolo alla mostra che verrà inaugurata venerdì 17 marzo, alle 17 e 30, all’interno del Palazzo dei Musei di Salemi.
E proprio la cittadina in provincia di Trapani è protagonista del lavoro di Iannello, che partendo dagli scatti del centro storico salemitano com’è ai giorni nostri ha dato vita a delle nuove composizioni, in cui ricompone vecchie foto risalenti agli anni prima del terremoto nella Valle del Belice. Un contributo fondamentale è arrivato dagli abitanti di Salemi, che nel corso di alcune assemblee pubbliche molto affollate hanno messo a disposizione i loro album di famiglia, carichi di ricordi e fonte di ispirazione anche oggi.
La mostra, curata da Giuseppe Maiorana, è organizzata dall’assessorato comunale alla Cultura in collaborazione con Belíce/EpiCentro della Memoria Viva, in occasione della manifestazione “Festa di San Giuseppe, contemporanea tradizione”, il rituale appuntamento con una delle ricorrenze più sentite a Salemi ed in tutto il territorio trapanese.
Ad essere esposte lungo le vie del centro storico saranno 9 gigantografie elaborate da Iannello, in modo da presentare ai visitatori una nuova narrazione e raccontando la storia della città assieme alla tradizione di San Giuseppe, nella sua evoluzione contemporanea.
All’interno del Museo d’Arte sacra, invece, 14 immagini documenteranno il processo di dialogo e di ascolto che Iannello ha realizzato grazie alle fotografie fornite dalla comunità, ed agli archivi fotografici della biblioteca comunale.
Inoltre una selezione delle foto realizzate da Iannello verranno in seguito donate al Comune di Salemi, ed entreranno a far parte della collezione dell’Ecomuseo del Grano e del Pane.
“Salemi ha accolto con grande entusiasmo il progetto di Iannello e siamo lieti di ospitarne i frutti sia all’interno del nostro polo museale che in quel vero e proprio museo a cielo aperto che è il nostro centro storico – dicono il sindaco Domenico Venuti e l’assessore alle Culture, Vito Scalisi – La mostra Futuro Composto – Street Memories Photo ben si sposa con la coincidenza della Festa di San Giuseppe, che negli ultimi anni ha saputo coniugare tradizione e cultura. Un motivo in più per venire a Salemi e visitare il nostro Borgo”.
La mostra nelle vie del centro storico rimarrà allestita dal 17 al 26 marzo, mentre le immagini presenti all’interno del Palazzo dei Musei saranno visitabili fino al 17 aprile. Orari di apertura: da martedì a sabato dalle 10 alle 13 e 30, e dalle 15 e 30 alle 18 e 30; domenica dalle 10 e 30 alle 13 e 30, e dalle 15 e 30 alle 18 e 30.

Nota biografica:
Giuseppe Iannello (1982) è un fotografo laureato in Documentary Photography alla University of South Wales. I suoi lavori esplorano diversi campi delle arti visive, intervenendo direttamente sui luoghi urbani attraverso cutting off e proiezioni, spingendo i confini del lavoro tradizionale bidimensionale al tridimensionale. Il progetto “Gibellina 1968 – otto minuti dopo le tre” ha vinto l’edizione 2017 del Ragusa Fotofestival ed è stato esposto a Milano nello Studio Museo Francesco Messina, diventando nel gennaio 2022 un libro edito dalla casa editrice Seipersei. Il suo ultimo lavoro “Ghana – Palermo” è stato in mostra al MuFoCo di Cinisello Balsamo.

- Advertisment -

Altre notizie