22.1 C
Trapani
domenica, Maggio 26, 2024
HomeAttualitàLa Sicilia, fulcro Geopolitico nel Mediterraneo

La Sicilia, fulcro Geopolitico nel Mediterraneo

di Valeria Marrone

La crisi del Canale di Suez ha innescato un significativo cambiamento nel panorama marittimo, portando circa 2 milioni di container ogni giorno nel Mediterraneo. Mentre Rotterdam emerge come il porto ideale per la logistica, il Mediterraneo si trova ancora privo di infrastrutture simili. Tuttavia, dalla fine del 2023, Rotterdam ha visto diminuire dal 6 al 10% del traffico abituale, con una quota che si è riversata nel Mare Nostrum. Questo cambiamento ha messo in luce il ruolo cruciale della Sicilia a livello geopolitico. Gli armatori, per compensare i maggiori costi di trasporto, stanno preferendo accorciare le rotte, con molte navi che ora fanno scalo nei pochi porti “transhipment” disponibili nel Mediterraneo, tra cui Gioia Tauro. Tuttavia, i tempi si allungano, evidenziando la necessità di attrezzare rapidamente gli scali del Sud Italia con piattaforme logistiche e collegamenti ferroviari veloci. L’importanza strategica della Sicilia è al centro del dibattito provocatorio che si terrà venerdì prossimo, 19 Aprile, presso Palazzo Biscari a Catania, durante il X Convegno “Sud d’Italia, Nord del mondo: infrastrutture, portualità e Zes: asset strategici per lo sviluppo“. Il Gruppo Mezzogiorno dell’Ance presenterà proposte per recuperare il ritardo infrastrutturale nella regione, mentre i partecipanti discuteranno su come trasformare i porti del Sud Italia in hub logistici strategici, sostenuti dalla Zona Economica Speciale. Il convegno sarà un’occasione per esplorare il ruolo della Sicilia nel Mediterraneo e per delineare strategie concrete per sfruttare appieno il suo potenziale geopolitico e economico.

- Advertisment -

Altre notizie