sabato, Giugno 15, 2024
17.1 C
Trapani
HomeAttualitàVivi con Stile! Prevenzione e stili di vita ecosostenibili all’I.C. Giovanni XXIII...

Vivi con Stile! Prevenzione e stili di vita ecosostenibili all’I.C. Giovanni XXIII di Paceco

“Be the change that you want to see in the world!” Mahatma Gandhi

Come cambiare stile di vita e aiutare noi stessi e il pianeta a vivere meglio?
Gli alunni e le alunne dell’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII di Paceco, insieme con i docenti e con i consigli degli esperti, hanno provato a dare una risposta e hanno individuato alcune semplici azioni che possono contribuire a raggiungere questo ambizioso obiettivo.
Mangiare cibi sani (possibilmente biologici e a chilometro zero o addirittura prodotti nell’orto di casa), puntare sulla prevenzione, non sprecare l’acqua e ridurre il consumo di plastica a partire dalle bottiglie, riciclare materiali in modo creativo, tornare a fare i saponi come le nonne con elementi naturali ed essenze della macchia mediterranea. E poi uscire fuori di casa, lasciare da parte telefonini e play station e respirare, ascoltare il ritmo del cuore e sintonizzarsi sulle frequenze di Madre Terra.
A conclusione dell’anno scolastico e di numerosi progetti sui temi della salute, della prevenzione e della tutela ambientale, in collaborazione con ASP Trapani – Registro Tumori- UOEPSA, AIAB Trapani – Il Mediterraneo 24 e il patrocinio del Comune di Paceco, il 19 Maggio, dalle 16.00 alle 19.30, in un percorso che partirà dal Plesso Pacelli per concludersi nel cortile del plesso Giovanni XXIII.
Si attiveranno laboratori a cura dei bambini delle terze sezioni della Scuola dell’infanzia, delle classi IV e V della scuola primaria e di tutta la scuola secondaria, saranno esposti e si potranno degustare prodotti BIO, saranno realizzati giochi per bambini e il Mercatino dei ragazzi di Green-Zine.
Un progetto di scuola attiva dunque, aperta alla partecipazione del territorio e sensibile alle problematiche del presente. Sono solo piccoli semi di consapevolezza che si spera possano crescere in fretta e dare vita a “quel cambiamento che vogliamo vedere nel mondo”.

Altre notizie