14.7 C
Trapani
lunedì, Aprile 22, 2024
HomePolitica"No alla cementificazione", la presa di posizione dei socialisti di Trapani

“No alla cementificazione”, la presa di posizione dei socialisti di Trapani

La polemica cresce. Anche il Partito socialista, adesso, fa sentire la propria voce e dice “No alla cementificazione a Trapani che minaccia di inghiottire un’oasi di verde e biodiversità: il canale tra via Virgilio e via Libica”.
Per il Psi è “un progetto scellerato quello che prevede l’interramento di questo canale, ultimo baluardo di natura indigena che ci ricorda le origini di Trapani come città del sale. Al suo posto, sorgerebbero una superstrada, una lottizzazione con tre fabbricati e un cinema, cancellando definitivamente un’area di vitale importanza per l’equilibrio ambientale e la sicurezza della città”. La posizione dei socialisti è netta: si schierano “ contro questo scempio urbanistico. Non possiamo permettere che l’ennesimo polmone verde venga sacrificato sull’altare del profitto e della speculazione edilizia”.
L’area in questione – sottolinea la nota del Psi – è un’IBA (Important Bird Area), riconosciuta come sito di fondamentale importanza per la biodiversità e la nidificazione di numerose specie di uccelli. Inoltre, il canale svolge un ruolo cruciale nel sistema di drenaggio urbano, mitigando il rischio di allagamenti in caso di forti piogge.

“In un momento storico in cui la tutela del territorio e la lotta ai cambiamenti climatici – dichiara il vice segretario nazionale Nino Oddo – dovrebbero essere prioritarie, la cementificazione del canale rappresenta un passo indietro inaccettabile”.
Il Psi, insieme con la deputata regionale Cristina Ciminnisi, invita il sindaco Tranchida “a rivedere e ad aggiornare il Piano per l’Assetto Idrogeologico della città, garantendo la salvaguardia di questa preziosa area verde”.

- Advertisment -

Altre notizie