19.1 C
Trapani
martedì, Maggio 21, 2024
HomeAttualitàCNA Trapani: nel corso dell’assemblea il segretario Luigi Giacalone lascia l’incarico

CNA Trapani: nel corso dell’assemblea il segretario Luigi Giacalone lascia l’incarico

Emozione, ma anche qualche lacrima. Le corde dei sentimenti hanno attraversato l’assemblea annuale della CNA Territoriale di Trapani. La voce rotta in gola e la standing ovation della nutrita e qualificata platea sono le due immagini, cariche di grande significato umano, che hanno segnato l’evento, celebrato nella suggestiva location delle “Cantine Florio” a Marsala. I due momenti si sono intrecciati quando Luigi Giacalone, visibilmente commosso,  ha annunciato: “il cambiamento deve partire anche da ciascuno di noi. Non si può essere buono sempre per tutte le stagioni. E per me è arrivato il tempo di fare un passo di lato. Lascio l’incarico di segretario provinciale”. Una figura storica, una guida sicura, solida e amica per gli artigiani e gli imprenditori della  CNA trapanese. Ed il lungo e sincero  applauso, scattato in sala, ha certificato l’autenticità del suo costante e puntuale impegno profuso nel corso dei decenni al servizio del tessuto produttivo del territorio. E i ringraziamenti e gli apprezzamenti a Luigi Giacalone sono arrivati anche dai vertici provinciali, da quelli  regionali,rappresentati dal presidente Nello Battiato e dal segretario Piero Giglione, e dal segretario generale, Sergio Silvestrini, presente all’assemblea. “Timeforchange” è stato il filo conduttore dei lavori che hanno portato alla nomina del successore. La scelta è caduta sul giovane, ma dinamico e determinato Francesco Cicala. “Ringrazio per la fiducia riposta nei miei confronti – ha detto il neo segretario – io sono qui a disposizione dell’Organizzazione, pronto a dare responsabilmente il mio contributo nell’ottica del gioco di squadra, pienamente consapevole di avere bisogno dell’esperienza e dell’autorevolezza di Luigi Giacalone”. Un altro passo saliente dell’inteso pomeriggio si è consumato quando il Segretario Silvetrini ha

comunicato pubblicamente la decisione della presidenza e della direzione nazionale di celebrare in Sicilia l’Assemblea nazionale CNA del 2020. “Artigiani e piccole imprese insieme al Mezzogiorno  – ha poi spiegato il Segretario Generale – rappresentano gli asset strategici per far ripartire il Paese ma troppo spesso la politica li ignora.Non sempre la straordinaria vigoria delle piccole imprese è riconosciuta da chi governa. A volte ci accontentano di un abbraccio o una pacca sulle spalle ma poi nulla di concreto avviene. È un grande limite della classe dirigente e della politica di questo Paese, a ogni livello, da quello locale all’Europa.Il Mezzogiorno è un elemento strategico. Senza una sorta di unificazione da nord a sud – ha osservato Silvestrini – l’Italia non ce la farà a ripartire”.I lavori, che hanno visto i saluti del presidente provinciale CNA, Paolo Amato, del presidente regionaleCNA, Nello Battiato, e gli interventi di amministratori comunali oltre a toccanti testimonianze, si sono chiusi con la premiazione di alcune aziende che si sono particolarmente distinte nel territorio.

- Advertisment -

Altre notizie