19.1 C
Trapani
martedì, Maggio 21, 2024
HomeAttualità"La cultura della prevenzione e della donazione"

“La cultura della prevenzione e della donazione”

Presso l’Istituto Superiore Statale Rosina Salvo di Trapani si è tenuto un incontro organizzato dal Comitato ANED Sicilia , con gli studenti delle classi quarte, denominato “La Cultura della Prevenzione e della Donazione”. Nel corso dell’incontro si è parlato di malattie renali, prevenzione e donazione degli organi.

“La partecipazione attiva dei ragazzi con tantissime domande rivolte ad i medici presenti, fan ben sperare in una concreta involuzione della tendenza negativa che ha visto in Sicilia l’opposizione alla donazione degli organi attestarsi intorno al 50%”, hanno fatto sapere gli organizzatori. “Un ringraziamento a tutti i medici che hanno partecipato a questa importante iniziativa, al CRT Sicilia, all’ASP 9 ed al Comune di Trapani”, hanno aggiunto.

L’incontro, moderato dal Ignazio Spagnolo, delegato ANED per Trapani, ha visto la partecipazione in qualità di relatori di numerosi medici specialisti, ovvero il dottor Angelo Ferrantelli Primario del UOC del reparto Nefrotrapianti del Civico di Palermo; il dottor Gaspare Oddo Primario UOC Nefrologia e Dialisi dell’Ospedale Sant’Antonio di Trapani; la dottoressa Cristina Agozzino responsabile del reparto di Terapia intensiva dell’Ospedale Sant’Antonio di Trapani; la dottoressa Marisa Cottone Psicologa del CRT. Nel corso dell’incontro, oltre ad Ignazio Spagnolo, sono intervenute anche la dottoressa Maria Luisa Faraci e Silvia Citrolo.

All’incontro ha partecipato l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Trapani Giuseppe Virzi. «Ringraziamo i promotori dell’iniziativa, gli intervenuti e l’istituzione scolastica coinvolta – dichiarano il Sindaco Tranchida e l’Assessore Virzì – perché è fondamentale  sostenere iniziative come queste per riaffermare l’importanza della cultura della donazione, intesa come prendersi cura dell’altro. La vita è un dono prezioso da salvaguardare e diventare donatori è semplicissimo: basta dare il proprio consenso all’ufficio anagrafe del proprio comune di residenza al momento del rinnovo della carta d’identità elettronica oppure registrarsi online utilizzando il servizio dell’AIDO (associazione italiana donatori di organi)».

Ma.To.

- Advertisment -

Altre notizie