Contributo per la frequenza di asili nido, l’INPS informa

268

Agevolazioni in aumento nel 2020. Chi ha ottenuto il sostegno nel 2019 riceverà un SMS dall’INPS per la conferma dei dati della domanda precompilata

di Fabio Pace

Il contributo per le rette di asili nido, pubblici e privati, è stato aumentato. Lo ricorda l’INPS di Trapani in una nota invitando gli aventi diritto a presentare l’istanza attraverso i canali previsti dall’istituto di previdenza: web, sito dell’INPS, Contac Center dell’istituto attraverso numero verde (803164); patronati (collegati telematicamente all’INPS). L’aumento del contributo è stato deciso dal Governo e approvato dal Parlamento con la legge di bilancio 2020. Nella stessa legge sono previste forme di sostegno, e relativi aumenti, per quei genitori che accudiscono in casa bambini al di sotto dei tre anni, affetti da gravi patologie croniche. L’importo del sostegno è stato elevato fino ad un massimo di 3.000 euro su base annua per i nuclei familiari in possesso di “ISEE minorenni” fino a 25.000 euro. Per i nuclei familiari con “lSEE minorenni” compreso tra 25.001 e 40.000 euro, l’agevolazione potrà spettare in misura pari a un massimo di 2.500 euro. Infine, spetterà l’importo minimo di 1.500 euro nell’ipotesi di “ISEE minorenni” oltre la soglia di 40.000 euro, ovvero in assenza dell’ISEE. Agevolati nelle procedure di presentazione tutti coloro che hanno già presentato domanda di bonus nido nel 2019. Tutte le famiglie cui è stato erogato il bonus stanno, infatti, ricevendo dall’INPS un sms che permetterà loro, tramite accesso con PIN Inps, SPID, CNS o CIE, di confermare o modificare i dati nella domanda precompilata dall’Istituto, senza doverne riproporre una nuova per l’anno 2020. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito dell’INPS o presso i patronati accreditati dall’Istituto.