Si sente male a scuola poi muore al Sant’Antonio Abate

13991

L’intera comunità di San Vito Lo Capo è scossa per la morte del diciannovenne, Osvaldo Kenka, detto Aldo, di origini albanesi ma da anni residente nella frazione sanvitese di Makari. Il giovane, che frequentava l’Istituto Alberghiero di Erice, ha accusato dei malori al torace, al collo ed alla testa questa mattina mentre si trovava in classe. La scuola ha subito allertato i genitori che lo hanno accompagnato presso l’area di emergenza del Sant’Antonio Abate. Le sue condizioni in un primo momento non destavano preoccupazione. Sottoposto a tutta una serie di controlli, il giovane sarebbe deceduto dopo un esame diagnostico, all’improvviso. Secondo le prime indiscrezioni, si sarebbe trattato di una morte per cause naturali. La salma è stata trasportata presso l’obitorio del nosocomio trapanese a disposizione dell’Autorità giudiziaria che ha disposto l’autopsia. Momenti di tensione si sono registrati tra i sanitari e i parenti del diciannovenne. E’ stato necessario l’intervento della Polizia. nel pomeriggio presso la camera mortuaria si sono riuniti i compagni di scuola ed i docenti, scossi dall’improvvisa morte del giovane.