18.2 C
Trapani
lunedì, Aprile 22, 2024
HomeTerritorioErice, attivato lo sportello telematico funzionale

Erice, attivato lo sportello telematico funzionale

Il Comune di Erice, nell’ambito della strategia di sviluppo “Agenda Urbana”, ha attivato lo Sportello Telematico Polifunzionale. Si tratta di un servizio attivo 24 ore su 24 che consente al cittadino di poter presentare online, tramite il sito istituzionale, pratiche, richieste e segnalazioni. Attraverso il nuovo Sportello, facendo semplicemente accesso tramite SPID o CIE, sarà possibile attivare numerosi procedimenti tra cui quelli relativi ai Servizi demografici, ai Tributi, ai Servizi cimiteriali, alla Polizia municipale, alla Segreteria generale.

Sarà inoltre possibile effettuare pagamenti tramite PagoPA e comunicare con l’amministrazione, mediante apposita sezione, per richieste di accesso agli atti, per esercitare i propri diritti in materia di protezione dei dati personali, trasmettere comunicazioni generiche e tanto altro.

Lo Sportello Telematico, che questo Comune ha voluto chiamare Sportello Amico”, è raggiungibile direttamente dall’homepage del sito istituzionale del Comune.

Le pratiche presentate attraverso lo Sportello Telematico, che saranno assunte in maniera diretta al protocollo generale, – precisa la Sindaca Toscano – sostituiranno completamente, nel tempo, quelle in formato cartaceo e ciò non soltanto consentirà di migliorare la qualità e l’efficienza dei servizi offerti al cittadino, che saranno accessibili in qualsiasi momento, ma alleggerirà anche il carico di lavoro degli uffici che, nel tempo, vedranno ridotto l’afflusso dell’utenza. Inoltre, questo portale, sfruttando le nuove potenzialità di raccolta ed elaborazione delle informazioni, consentirà di dematerializzare ulteriormente i procedimenti amministrativi, semplificandoli e rendendoli ancora più trasparenti. In definitiva, si tratta di un imponente ed ulteriore passo in avanti che il Comune di Erice compirà nell’ottica della transizione al digitale che rappresenta il futuro ma è già parte integrante del nostro presente“.

- Advertisment -

Altre notizie