20.1 C
Trapani
martedì, Maggio 21, 2024
HomeAttualitàL'Almanacco del giorno

L’Almanacco del giorno

Oggi è Sabato 20 Aprile. Siamo nel 111º giorno dell’anno e mancano 255 giorni alla fine del 2024.

A Trapani, il sole sorge alle 06:27 e tramonta alle 19:51.

La luna è crescente ed è illuminata al 89%.

Santo del giorno: Santa Sara di Antiochia è una figura storica legata al cristianesimo primitivo. Originaria di Antiochia, Sara si sposò con un ufficiale dell’esercito coinvolto nelle persecuzioni contro i cristiani durante il regno dell’imperatore romano Diocleziano. Nonostante il contesto ostile, Sara mantenne fede al suo credo cristiano e fece battezzare i suoi figli ad Alessandria d’Egitto, una città che ospitava una significativa comunità cristiana. Al suo ritorno a casa, Sara condivise l’evento con suo marito, il quale, contrariato, la denunciò al suo superiore militare. Diocleziano, venuto a conoscenza del suo cristianesimo, la condannò al rogo insieme ai suoi due figli. Santa Sara di Antiochia è commemorata come martire della fede cristiana, simbolo di coraggio e sacrificio per la propria fede religiosa. La sua storia è un esempio di dedizione e sacrificio nella difesa dei valori spirituali.

Proverbio siciliano: “E cu ‘un si fa ‘nnamurari ‘n tavula, si ‘nnamura ‘n pani cunzatu.” (Trad.: “Chi non si innamora a tavola, si innamora di un pezzo di pane condito”.) Questo proverbio siciliano sottolinea l’importanza e il piacere del cibo nella cultura siciliana. Sottolinea che anche chi non riesce a innamorarsi di una persona, potrebbe comunque innamorarsi di un piatto delizioso. Mette in evidenza quanto il cibo sia centrale nella vita e nelle emozioni delle persone, tanto da poter suscitare sentimenti simili a quelli dell’amore. È un modo giocoso di esprimere la passione dei siciliani per la buona cucina e per il piacere di condividere un pasto.

Aforisma del giorno: “Educare una persona non significa riempire un secchio, ma accendere un fuoco.” – Confucio. Questo aforisma di Confucio sottolinea l’importanza di un’educazione significativa e profonda rispetto a una mera raccolta di conoscenze. L’immagine del “riempire un secchio” rappresenta un approccio superficiale e passivo all’educazione, dove lo studente viene semplicemente riempito di informazioni senza un reale coinvolgimento o comprensione. In contrasto, l'”accendere un fuoco” simboleggia un processo più dinamico e coinvolgente, in cui l’insegnante si impegna a stimolare la curiosità, l’interesse e la passione dello studente per apprendere. Questo modo di educare non solo fornisce conoscenze, ma anche nutre lo spirito e l’intelletto della persona, permettendo loro di crescere e svilupparsi in modo più completo e significativo.

Nati oggi: Il 20 aprile 1893 nasce Joan Mirò, pittore, scultore e ceramista spagnolo.

Accadde oggi: Alcuni animali possono rivelarsi pericolosi per i presidenti americani. Per Kennedy, fu il turno dei suini. La CIA e il Pentagono gli assicurarono che al momento dello sbarco, i cubani si sarebbero ribellati contro Fidel Castro. Tuttavia, la popolazione si schierò con il líder máximo. Il 20 aprile 1961, l’invasione della Baia dei Porci fallì, un’operazione con cui Washington intendeva rovesciare il regime comunista dell’Avana. Questo evento rappresentò un duro colpo per l’immagine di Kennedy, che era stato in carica alla Casa Bianca da soli tre mesi. Jimmy Carter, invece, ebbe a che fare con un roditore. Il 20 aprile 1979, mentre il presidente stava pescando su una piccola imbarcazione a Plains, in Georgia, un coniglio delle paludi nuotò verso di lui, avvicinandosi all’imbarcazione. Carter riuscì a scacciarlo con un remo. L'”incidente” divenne noto solo tempo dopo e i giornali lo definirono “attacco del coniglio assassino”. Questo episodio divenne una fonte di derisione per gli avversari del presidente, che lo interpretarono come una metafora della sua presunta debolezza in politica estera.

- Advertisment -

Altre notizie