giovedì, Giugno 13, 2024
24.1 C
Trapani
HomeAttualitàMaturità 2024: le possibili tracce

Maturità 2024: le possibili tracce

di Serena Giacalone

“Notte di lacrime e preghiere”, diceva una canzone, parlando della sera che precede la maturità. La stessa, che per gli studenti siciliani si avvicina sempre di più, le previsioni degli studenti dell’isola su possibili tracce si concentrano su una rosa ristretta di candidati. In vetta alla classifica dei più papabili autori estratti dal ministero, spicca il Vate d’Italia, ovvero il più amato dagli studenti tra gli scrittori vissuti a cavallo fra il 1800 ed il 1900. A Gabriele D’Annunzio seguono in seconda e terza posizione il siciliano verista Giovanni Verga, già uscito nel 2022, e Alessandro Manzoni, mai proposto in una maturità dei nostri tempi, ma in voga nelle maturità degli ’80 e ’90. Fra gli autori del Novecento si aggiudica la pole anche il drammaturgo siciliano Luigi Pirandello, seguito da Italo Svevo, pronto a fare ritorno nelle tracce scritte d’esame dopo l’assenza dal 2009. Tracce argomentative potrebbero invece riguardare il caso Matteotti in occasione dei 100 anni dall’omicidio o la prima guerra mondiale a distanza di 110 anni dallo scoppio. Non si può infine terminare il toto-esame senza menzionare la traccia di attualità, sempre molto gettonata in sede di scritto di maturità, stavolta affidata all’intelligenza artificiale. D’altronde, oggi più che mai, sono argomenti di dibattito le nuove frontiere digitali.

Altre notizie