giovedì, Giugno 13, 2024
21.3 C
Trapani
HomeAttualitàAmbiente, firmato a Palazzo d'Orléans accordo di collaborazione per la tutela della...

Ambiente, firmato a Palazzo d’Orléans accordo di collaborazione per la tutela della biodiversità siciliana

di Valeria Marrone

Un importante passo avanti nella tutela ambientale è stato compiuto oggi a Palazzo d’Orléans, dove è stato firmato un accordo di collaborazione per la protezione della biodiversità siciliana. Questo storico accordo vede la partecipazione del National Biodiversity Future Center (Nbfc), uno dei cinque centri nazionali dedicati alla ricerca di frontiera, finanziato dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) e coordinato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr). L’intesa mira a condividere competenze e conoscenze per tutelare la biodiversità dell’isola e sviluppare una rete di ricerca avanzata, destinata a guidare le pratiche e le politiche istituzionali nel campo della sostenibilità ambientale, contribuendo al raggiungimento degli obiettivi di Agenda 2030 delle Nazioni Unite. L’accordo è stato sottoscritto dal presidente della Regione Siciliana, dall’assessore regionale all’Ambiente, dal direttore generale dell’Arpa Sicilia, dal rettore dell’Università di Palermo e dal presidente del Nbfc, enti che collaboreranno per creare un hub di eccellenza nella ricerca ambientale. Grazie al patrocinio della presidenza della Regione Siciliana, il Nbfc allestirà a Palermo il “Biodiversity Science Gateway” all’interno dell’ex complesso Roosevelt all’Addaura. Tratatsi di una piattaforma, sia fisica che digitale, che metterà a disposizione di cittadini, aziende ed enti pubblici una vasta gamma di dati, risultati e pubblicazioni. L’obiettivo è aumentare la consapevolezza sui temi ambientali e supportare la progettazione di collaborazioni scientifiche e tecnologiche internazionali. La struttura che ospita la sede dell’Arpa Sicilia è stata riqualificata dalla Regione con l’intento di trasformarla in un polo scientifico d’eccellenza. Grazie anche alle competenze dell’Università di Palermo, impegnata nel campo della ricerca e del trasferimento tecnologico, la Sicilia diventerà un punto di riferimento internazionale per l’ambiente e lo sviluppo sostenibile. Palazzo d’Orléans si impegnerà a coordinare tutti gli enti e gli assessorati regionali coinvolti, che dovranno condividere banche dati, competenze, know-how e risorse umane. La collaborazione prevede la progettazione di nuove ricerche, attività di formazione e orientamento sui temi dell’innovazione, e il supporto a enti, start-up e imprese legate alle tematiche ambientali. Inoltre, sarà fondamentale la divulgazione delle conoscenze scientifiche alla società, comprese le scuole, per accrescere la cultura del valore delle risorse naturali e promuovere cambiamenti nei comportamenti collettivi. L’accordo firmato oggi rappresenta un traguardo significativo per la tutela della biodiversità siciliana e per lo sviluppo di pratiche sostenibili.

Altre notizie