18.2 C
Trapani
lunedì, Aprile 22, 2024
HomeAttualitàTrapani Servizi chiusa, i rifiuti trasferiti a Catania

Trapani Servizi chiusa, i rifiuti trasferiti a Catania

di Chiara Conticello

C’è una nuova emergenza a Trapani, non solo in città ma nell’intera provincia: quella sui rifiuti.

L’impianto della Trapani Servizi (dove conferiscono ben 78 Comuni) è fermo. Ma cosa è successo? Presto detto: a Trapani i rifiuti vengono trattati e i residui del trattamento meccanico biologico degli RSU arrivano poi a Gela.

Il trattamento viene così analizzato e non deve superare un valore stabilito dalla Legge. Un controllo dell’ARPA, però, che è stato effettuato nell’impianto di Gela, ha evidenziato un valore superiore per i rifiuti trattati a Trapani. Fino a dicembre scorso il problema non sussisteva grazie ad una deroga che permetteva di lavorare anche superando il limite.

Ma la deroga, che era valida fino al 31 dicembre, non è stata rinnovata e, di conseguenza, la Trapani Servizi è stata fermata.

La Regione, intanto, ha fatto sapere che Trapani trasferirà i propri rifiuti a Catania e, chiaramente, questo causerà un aumento eccessivo dei costi: si parla di 385 euro a tonnellata (quando il Comune di Trapani, prima del fermo, pagava 190 euro).

«Noi lotteremo con tutte le nostre forze – ha detto Emanuele Barbara, assessore ai rifiuti del Comune di Trapani – per evitare qualsiasi criticità e non siamo disposti a fermare la raccolta dei rifiuti. Siamo passati dal 15 % al 70 % di raccolta differenziata, un risultato straordinario per un Comune capoluogo. Dunque non siamo disponibili a tornare indietro, possiamo solo andare avanti».

- Advertisment -

Altre notizie