22.1 C
Trapani
domenica, Maggio 26, 2024
HomePoliticaTrapani, il consigliere Fileccia all'attacco dell'assessore Lele Barbara

Trapani, il consigliere Fileccia all’attacco dell’assessore Lele Barbara

Di Nicola Baldarotta

Sono in buoni rapporti fuori dall’aula consiliare e fuori dalle questioni politiche ma quando si trovano dentro i Palazzi della Cosa Pubblica trapanese non risparmiano attacchi l’uno nei confronti dell’altro. Eppure, ognuno per il proprio ruolo (Barbara da assessore e Fileccia da consigliere di minoranza), i due potrebbero benissimo rappresentare la forza vitale di una città che vuole non più camminare ma correre.

E’ Fileccia, consigliere MPA a Palazzo Cavarretta, a dissotterrare nuovamente l’ascia da guerra e andare alla pugna prendendo di mira il giovane assessore di scuola Tranchidiana: “Dopo le varie etichettature da parte del Sindaco, cito tra le ultime “comico nano”, nell’ultima seduta consiliare le dichiarazioni fatte dall’Assessore Emanuele Barbara in risposta al mio intervento mi hanno lasciato una sensazione di personale scoramento misto a un velo di tristezza”.
A cosa si riferisce Fileccia? Al fatto che l’assessore Barbara, durante i lavori di consiglio comunale, si è lasciato andare a frasi che – secondo Fileccia – denotano una mancanza di rispetto nei confronti dei consiglieri comunali d’opposizione: “Sentire un giovane poco più che trentenne esclamare che “La nostra Festa sta finendo” (con l’arrivo del famigerato bilancio), lascia chiaramente una visione opaca di ciò che che si vuole descrivere ad una Cittadinanza abituata ad una mediocre gestionalità”.

Per Fileccia l’assessore Barbara non ha la stoffa politica che, invece, riconosce al primo cittadino: “L’ansia da prestazione di alcuni per incarnare il “discepolo prescelto” alla successione crea NERVOSISMO perfino nell’intero schieramento di Maggioranza.
Vedo Gruppi consiliari morire e altri prendere vita, dopo aver assistito a “memorie” simili a ricorsi fratricidi durante le operazioni di scrutinio, dopo aver assistito a subemendamenti in contrasto con bilanci della propria amministrazione, dopo Foibe e Shoah, dopo tanto altro l’unica cosa che mi rimane è la certezza di affermare che Se la mente è vecchia, a differenza dell’età anagrafica, lo stile non può essere giovane”
.

Fileccia, quindi, consiglia all’Assessore Barbara meno spot elettorali su INSTAGRAM E FACEBOOK volti allo sbigliettamento di eventi privati fatti passare come incredibili appuntamenti comunali: “Evidentemente la concentrazione rivolta a questa autopromozione lo distrae da temi ben più importanti come i 40 LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE DELLA TRAPANI SERVIZI, oggi costretti a “campare” con un riduzione di stipendio a fronte di impegni economici familiari sempre più pesanti”.

- Advertisment -

Altre notizie