“Diario inquieto di un’insegnante precaria”, il 28 febbraio a Marsala

346

Le autrici Mari Albanese e Maria Grazia Maggio presentano con Simona M. Adele Paladino (portavoce del nodo marsalese della rete regionale ” Si resti arrinesci”) e Vincenzo Figlioli (direttore del quotidiano “Marsala C’è”) il loro nuovo romanzo “Diario inquieto di un’insegnante precaria”, Navarra editore. Il mondo della scuola con le sue contraddizioni, le lavatrici a gettoni, gli ortaggi in bella vista al supermercato incarnano, allo stesso tempo, la solitudine e la ricchezza del quotidiano: mezzi entrambi necessari perché Tecla – sicilianissima 38enne protagonista del romanzo, insegnante precaria trasferita a Firenze – possa affacciarsi a nuove opportunità e a nuove prove da superare a tu per tu con se stessa, sulle proprie gambe ma con la consapevolezza di condividerle con un’intera generazione. Sullo sfondo di un paese difficile e disilluso in cui i giovani vivono la precarietà come cifra della propria esistenza prende vita questo coinvolgente racconto a due voci, uno sguardo disincantato sulla scuola, un manifesto della precarietà dei giorni nostri che avviluppa il lavoro e i sentimenti. Letture a cura di Chiara Putaggio A seguire degustazione di vino Marsala delle Cantine Alagna e di Tagliacozzi e biscotti Regina del Bar Voga Vi aspettiamo venerdì 28 febbraio ore 18:00 presso l’ ex Chiesa S. Antonio Abate (via XI maggio), Marsala