10.7 C
Trapani
mercoledì, Aprile 24, 2024
HomeAttualitàL'Almanacco del giorno

L’Almanacco del giorno

di Valeria Marrone

Lunedì 26 Febbraio è il 57° giorno del calendario gregoriano. Mancano 308 giorni alla fine dell’anno.

Il sole a Trapani sorge alle 6.45 e tramonta 18.00.

La luna è calante ed è illuminata al 97%.

Santo del giorno: Sant’ Alessandro di Alessandria.

Questo patriarca di Alessandria, nato verso il 250, entrò in carica nel 313, l’anno in cui i cristiani ottennero dall’imperatore Costantino la libertà di culto. Visse durane le eresie degli ariani e spinse Costantino a indire un Concilio, quello di Nicea, che si svolse nel 325. Alessandro è però ricordato in particolare per la sua strenua lotta contro l’eresia di Ario, il quale affermava che rispetto alla Trinità si dovesse considerare il Figlio come un’entità separata dal Padre e inferiore a quest’ultimo.
Con la sua calma e la sua fede, Alessandro provò a riportarlo sulla giusta strada, ma ogni suo tentativo fu inutile, infatti Ario iniziò ad avere numerosi seguaci sia tra il clero sia tra il popolo. Furono proprio le convinzioni errate di Ario, che considerava Gesù inferiore a Dio, a ispirare la preghiera del Credo, nella parte in cui si recita “Dio vero da Dio vero, generato e non creato della stessa sostanza del Padre”.

Proverbio del giorno: “Prima di parlari mastica li paroli”. (Prima di parlare mastica le parole. Rifletti bene sulle parole che stai dicendo).

Aforisma del giorno: “Perché non esci da quell’impermeabile bagnato ed entri in un martini dry?” (Robert Charles Benchley)

Nati oggi: Il 26 febbraio 1802 nasce Victor Hugo, scrittore, poeta e drammaturgo francese.

Curiosità: Giornata mondiale del pistacchio

Il nome viene dal greco antico “pistakion” e fa riferimento ad una pianta originaria del bacino del Mediterraneo orientale, tra la Persia e la Turchia. I semi di questa pianta venivano coltivati e utilizzati principalmente per aromatizzare i pasti. Da millenni il pistacchio inoltre è considerato un frutto prezioso, citato anche nell’Antico testamento. A portare il pistacchio nel nostro Paese furono gli antichi Romani. Furono poi gli Arabi, quando conquistarono la Sicilia, a contribuire in modo importante alla sua diffusione. Proprio in questa isola trovarono habitat e temperature ideali per lo sviluppo dello speciale alimento. La definizione di pistacchio come Oro Verde del Mediterraneo deriva dal suo colore.

Accadde oggi: Il 26 febbraio 1922 prestarono giuramento i ministri del governo di Luigi Facta, l’ultimo presidente del Consiglio prima dell’ascesa del fascismo. Le dimissioni di Facta arrivarono subito dopo la marcia su Roma a causa del rifiuto del re Vittorio Emanuele III di firmare il decreto sullo stato d’assedio. E fu così che il sovrano affidò il governo a Benito Mussolini.

- Advertisment -

Altre notizie